Casa vacanza in Puglia Estate 2019: prezzi stabili, performa bene Ostuni

Casa vacanza in Puglia Estate 2019 prezzi stabili, performa bene Ostuni
La casa vacanza in Puglia Estate 2019 sempre più ricercata dai turisti, l’aumento delle presenze turistiche stimola gli investitori

L’Italia è sempre molto amata dai turisti stranieri che sempre più spesso sono interessati anche ad acquistare una casa. L’aumento delle presenze turistiche in Italia inoltre ha fatto aumentare le richieste di immobili in affitto e di conseguenza questo ha stimolato gli investitori che sempre più si orientano verso l’offerta di affitti brevi. Una novità emersa negli ultimi mesi è il ricorso al mutuo per l’acquisto della casa vacanza.

L’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa ha analizzato il mercato immobiliare turistico delle regioni italiane ad alto interesse turistico, fra cui la Puglia, amata dagli italiani ma anche dagli stranieri.

Nella seconda parte del 2018 i prezzi delle case nelle località turistiche in Puglia sono stabili. Performa bene Ostuni con un aumento dei prezzi del 5 per cento mentre è in leggera sofferenza il Salento (-1,6 per cento).

Il mercato immobiliare della seconda casa a Monopoli è dinamico ed interessa sia acquirenti di casa vacanza sia investitori. Molto richiesto il centro storico che è stato riqualificato negli ultimi anni soprattutto da chi desidera realizzare casa vacanza e strutture ricettive (della provincia di Bari e non alcuni stranieri). Si trovano, infatti, case ante 67 o degli anni ’40, palazzine o cielo terra. E’ importante che ci sia anche uno sfogo esterno o almeno la vista mare, per chi vuole fare una struttura turistica ricettiva è fondamentale la disposizione degli spazi interni.

Gli affitti delle camere possono andare da 50 fino a 250 euro al giorno. Le quotazioni in centro storico oscillano da 1100 euro al mq per le tipologie da ristrutturare fino ad arrivare ad oltre 3000 euro al mq se l’immobile presenta particolari finiture o gode della vista e della vicinanza al mare.

Apprezzata anche da chi cerca la casa vacanza la zona a sud di Monopoli dove, un buon usato, costa intorno a 1800-1900 euro al mq. Piacciono anche le soluzioni indipendenti situate nella campagna cosi come i casali ed i rustici o trulli acquistati soprattutto come casa vacanza o per finalità turistiche. A titolo di esempio un casale di circa 200 mq, da ristrutturare e con terreno annesso può costare poco meno di 300 mila euro. Piacciono le contrade a circa 4-5 km dal centro, in particolare quella di GorgoFreddo. Il mercato delle nuove costruzioni è molto attivo e nei prossimi 5 anni sono attese migliaia di nuove abitazioni. Attualmente il nuovo si aggira intorno a 4500 euro al mq. Questo fa presupporre che i valori potrebbero calmierarsi. A questa tipologia sono interessati soprattutto coloro che acquistano la prima casa.

Ad Ostuni gli acquirenti si orientaNO sulle abitazioni situate in campagna (dove ci sono trulli, masserie e lamie), nel caratteristico centro storico e nella fascia mare. Chi cerca la casa sul mare si orienta verso Villanova, Rosa Marina, Pilone, Costa Merlata. A Rosa Marina, dove ci sono sia appartamenti in residence sia soluzioni indipendenti con giardino, i valori oscillano da 2500 a 3000 euro al mq.

Più contenuti a Costa Merlata, 1500-2000 euro al mq, e nella Marina di Villanova, da 800 a 1500 euro al mq. Nelle zone di campagna e nel centro storico acquistano anche stranieri e persone residenti in altre regioni. Gli investitori puntano su trulli e case di campagna da affittare ad un target medio alto ed i cui prezzi medi sono di 800-1000 euro al mq. In campagna, infatti, ci sono soluzioni tipiche come i trulli (un cono da ristrutturare costa 20-30 mila euro) oppure masserie (a titolo di esempio una masseria di 150 mq con un ettaro di giardino circostante costa intorno a 250 mila euro). Nel centro storico di Ostuni piace, in particolare agli stranieri, la zona intorno alla Cattedrale dove i valori possono arrivare a 2000 euro al mq, di notevole rilevanza storica questa zona offre abitazioni prestigiose con terrazze panoramiche.

A Gallipoli i valori immobiliari sono stabili. La domanda di seconda casa è sempre alta in particolare sui bilocali, ricercati sia per realizzare la casa vacanza sia acquisti ad uso investimento destinati poi all’affitto turistico. Con quest’ultima finalità si muovono prevalentemente coloro che abitano nei comuni limitrofi. Dalle altre province pugliesi e dalle altre regioni acquistano coloro che utilizzano la casa vacanza per uso personale. Il budget che mettono in conto per un bilocale con vista mare non supera i 90 mila euro, per un trilocale 100-120 mila euro.

Il centro storico di Gallipoli che concentra in particolare case tipiche del posto, con volte a stella o a botte, è ricercato da chi desidera avviare attività di B&B e che per questo desiderano immobili con almeno quattro stanze. Nel Centro storico si parla di valori di 2000 euro al mq per i palazzi d’epoca situati sulle mura e quindi fronte mare e dai 1100- 1300 euro al mq per quelle da ristrutturare. La presenza di spazi esterni o aree solari da attrezzare fa la differenza sui valori al mq.

Chi cerca la casa vacanza per uso diretto predilige le zone sul mare come Lido S. Giovanni, Baia Verde, Rivalevante e Rivabella. Lido S. Giovanni offre immobili degli anni ’70, quasi tutti con vista mare ed acquistabili a prezzi medi intorno a 1200-1300 euro al mq con punte di 1700-1800 euro al mq per i piccoli tagli con fronte mare. Baia Verde offre principalmente tipologie di abitazioni indipendenti o semindipendenti con spazi esterni e prezzi che si aggirano intorno ai 1400-1500 euro al mq.

Sul mercato delle locazioni turistiche si registra una buona domanda alimentata da turisti che arrivano da ogni parte di Italia. Per un bilocale di 4 posti letto si ricavano 1200 euro al mese a giugno, 2000 euro al mese a luglio, 4000 euro al mese ad agosto e 800 euro al mese a settembre. Il comune si sta attivando per rendere più eterogeneo il turismo della zona e non concentrarlo solo sulle fasce più giovani di età. Per questo motivo si è intervenuti chiudendo alcune attività.

A Marina di Nardò gli acquirenti sono spesso pugliesi alla ricerca della casa quanto più possibile vicino al mare. In particolare, a Santa Caterina, Sant’Isidoro si cercano prevalentemente bilocali o monolocali all’interno di piccoli complessi condominiali vicini al mare e con spazio esterno.

I prezzi cambiano tra le diverse località: a S. Maria al Bagno, dove prevalgono le soluzioni indipendenti, una soluzione in buono stato e fronte mare costa intorno a 1300 euro al mq, a Santa Caterina si possono raggiungere i 2000 – 2500 euro al mq. Quotazioni simili anche per le soluzioni immobiliari di Porto Selvaggio che essendo in un’area protetta ha poca offerta.

Si registrano sporadiche richieste di masserie che devono trovarsi non lontano dal mare. Una tipologia in buono stato di circa 600 mq e con terreno annesso di 3000 mq si può acquistare a 400 mila euro.

Sul mercato delle locazioni turistiche si registra un calo delle richieste dovuto ad una generalizzata diminuzione delle presenze nel nostro paese. Un bilocale di quattro posti letto si affitta a 300-350 euro a settimana a giugno, 400-500 euro a settimana a luglio, 600-700 euro a settimana ad agosto.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.