Immobiliare residenziale in crescita nel 2018: ma transazioni sotto il livello del 2008

Immobiliare residenziale in crescita nel 2018 ma transazioni sotto il livello del 2008
Il mercato immobiliare residenziale in crescita nel 2018, buone prospettive per i prossimi anni anche se le transazioni restano inferiori a quelle del 2008

Lo scorso anno è stato molto positivo per il mercato immobiliare residenziale italiano che ha visto concluse 580 mila transazioni, con la prospettiva di un aumento per arrivare fino a 600mila nel 2019, con una prevalenza di nuove acquisizioni rispetto alle surroghe di mutui.

A dirlo è il rapporto “Meteo Immobiliare 2019” presentato a Milano da Alessandro Pasquarelli, amministratore delegato di Yard e Giuseppe Roma, presidente di Rur. Per quanto in risalita, le considerazioni sull’andamento del mercato immobiliare, raccontano di una crescita al rallentatore. Nel rapporto si parla infatti di transazioni immobiliari che finora sono rimaste al di sotto “di circa 350mila unità” rispetto al 2008, l’anno che ha preceduto la crisi.

Il settore, secondo Alessandro Pasquarelli, mostra una certa vivacità nel turismo, anche se gestito da soggetti “di piccole dimensioni” e nella logistica “di nuovo tipo” , funzionale sia all’e-commerce sia alla tendenza di creare “grandi superfici polifunzionali nei centri urbani, con il commercio affiancato all’intrattenimento” .

Come noto, in prospettiva c’è il ritorno in Italia dei giochi olimpici invernali nel 2026. Un evento che ha scatenato l’entusiasmo di molti del settore e non, e che coinvolgeranno molte aree di Lombardia e Veneto, oltre che delle province autonome di Trento e Bolzano Per l’amministratore delegato di Yard è “Difficile” stimare oggi l’effetto dei giochi olimpici invernali del 2026 a Milano e Cortina. “Altrettanto difficile” è stimare i movimenti legati al riassetto della grande distribuzione, dopo l’annuncio dell’acquisizione di Auchan Italia da parte di Conad.

Alessandro Pasquarelli spiega che “Le piattaforme logistiche per ora rimangono quelle che sono”. In ogni caso, secondo Giuseppe Roma, presidente di Rur, il settore immobiliare ha “una prospettiva di ripresa al 2021 sia dal punto di vista delle compravendite sia dei prezzi”. (Fonte: Ansa)

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.