Agevolazioni fiscali per acquisto climatizzatori: dal 50 al 65 per cento

Agevolazioni fiscali per acquisto climatizzatori dal 50 al 65 per cento
Le agevolazioni fiscali per acquisto climatizzatori ad alta efficienza energetica, la detrazione è del 65 per cento della spesa sostenuta, se a pompa di calore si scende al 50 per cento

Per smorzare gli effetti del caldo torrido, si corre ad acquistare un climatizzatore, sia in azienda che a casa, mettendo in conto una spesa non sempre di poco conto, specialmente se ad alta tecnologia. Tuttavia, si può risparmiare sull’investimento grazie alle agevolazioni fiscali.

Tra i fattori da considerare prima dell’acquisto è se non sia meglio orientarsi verso un impianto performante che non aumenti eccessivamente i consumi energetici. CNA spiega nel dettaglio quali sono le agevolazioni fiscali che consentono di risparmiare notevolmente.

Per usufruire delle agevolazioni fiscali per l’acquisto di un impianto di climatizzazione dotato delle più moderne tecnologie e ad alta efficienza energetica, non è necessario che l’acquisto coincida con un intervento di ristrutturazione. La percentuale varia in base all’acquisto effettuato.

Per il climatizzatore con pompa di calore ad alta efficienza energetica, che va a sostituire il precedente impianto, la detrazione è pari al 65 per cento della spesa sostenuta. L’acquisto di un climatizzatore a pompa di calore permette, invece, di usufruire della detrazione al 50 per cento.

Detrazioni fiscali nella misura del 50 per cento sono riconosciute anche per l’acquisto di condizionatori a pompa di calore, anche non ad alta efficienza, ma che mirano al risparmio energetico in occasione di ristrutturazioni edilizie.

Per fruire della detrazione è necessario che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario o postale da cui risultino: la causale del versamento; il codice fiscale del beneficiario della detrazione; il numero di partita iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale è effettuato il bonifico.

E’ necessario, ma non determinante, ai fini della fruizione della detrazione, trasmettere all’Enea i dati relativi ai lavori effettuati, entro 90 giorni dal termine degli stessi interventi, sul portale online della stessa. (Fonte: Casa e Clima)

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.