Legge Europea ed incompatibilità per gli agenti immobiliari: Dario Galli conferma l’eliminazione

Legge Europea ed incompatibilità per gli agenti immobiliari Dario Galli conferma l’eliminazione
A proposito di Legge Europea ed incompatibilità per gli agenti immobiliari Fiaip accoglie favorevolmente la proposta del Viceministro Galli, Gian Battista Baccarini (Fiaip) auspica che l’indicazione venga colta anche dai dirigenti dello stesso ministero

Si torna a parlare di Legge Europea il cui testo è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale con grande soddisfazione delle associazioni di categoria. In pratica, è stata cancellata l’incompatibilità per gli agenti immobiliari ed ha introdotto importanti e fondamentali modifiche per svolgere la professione.

La Fiaip, Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali, sempre in prima linea ha voluto dare merito alla lungimiranza del legislatore e del Governo che ha saputo sbloccare i divieti che per anni hanno impedito agli agenti immobiliari italiani di svolgere attività imprenditoriali. C’è soddisfazione per i contenuti della risposta che il Viceministro dello Sviluppo Economico Dario Galli che ha inviato in forma scritta ad una interrogazione del Senatore Franco Dal Mas di Forza Italia.

Nella risposta il Vice Ministro Galli ha ribadito che: “… su iniziativa del Mise è stato inserito, nella legge europea 2018, legge 3 maggio 2019, n.37 (pubblicata su Gazzetta Ufficiale n. 109 dell’11 maggio 2019) l’articolo 2 con “Disposizioni in materia di professioni di agenti d’affari in mediazione” con l’obiettivo di aprire l’accesso della professione alle fattispecie regolate dalla legge n. 39/1969 rimuovendo le clausole di incompatibilità all’esercizio previste dalla legislazione vigente ormai superate in relazione alla libera circolazione dei servizi all’interno dell’Unione europea e da considerare non conformi alla direttiva 2005/36/CE relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali”.

Gian Battista Baccarini, Presidente Nazionale Fiaip, ha sottolineato: “Quanto dichiarato dal Vice Ministro Galli è completamente in linea con la necessità delle agenzie immobiliari italiane e delle altre realtà che compongono la filiera dell’immobiliare, di eliminare le barriere dell’incompatibilità. Ora speriamo che anche gli uffici del Ministero dello Sviluppo Economico parlino la stessa lingua, in quanto non più di una settimana fa, anche se in un documento senza valore legale, la Direzione generale per il mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica, divisione VI – registro imprese, regolazione e servizi digitali alle imprese del MISE si era espressa invece per il mantenimento delle incompatibilità”.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.