Milano e Roma le città più care per vivere: il rapporto di Deutsche Bank

Milano e Roma le città più care per vivere il rapporto di Deutsche Bank
Sembra che a Milano e Roma le città più care per vivere, si paghi tutto a peso d’oro salvo che per il cappuccino, il meno caro al mondo, il rapporto di Deutsche Bank

Vivere a Milano e Roma costa caro, per affittare una casa con due camere da letto bisogna sborsare almeno 1.000 euro, senza contare che per trascorrere un fine settimana romantico in un hotel a 5 stelle bisogna essere muniti di un portafogli piuttosto consistente. Tuttavia, curiosamente, il cappuccino meno caro al mondo si consuma proprio nelle due metropoli italiane.

A dirlo è ‘Mapping the world’s prices’ di Deutsche Bank, che analizza prezzi e qualità della vita in 56 grandi città del mondo rilevanti per il mercato finanziario. Milano e Roma rispettivamente il 35esimo e 40esimo posto della classifica che vede sul primo gradino del podio la svizzera Zurigo, in cui gli stipendi sono i più alti in assoluto, la vita è agiata e l’aria è pulita. Seguono Wellington e Copenhagen, mentre la peggiore metropoli in cui vivere è Lagos in Nigeria.

Per quanto riguarda l’Italia, pesa molto la diminuzione del potere di acquisto degli italiani a fronte dell’aumento del costo della vita: rispetto allo scorso anno, gli italiani hanno perso circa il 10 per cento dello stipendio netto. A Milano si è passati dai 1.700 euro del 2018 ai 1.530 del 2019, mentre a Roma ogni mese in media si possono spendere circa 1.200 euro del proprio stipendio, circa 200 euro in meno rispetto allo scorso anno.

Nel 2019 in Europa i prezzi sono generalmente cresciuti con stipendi netti mensili in diminuzione, se a Roma e Milano le percentuali sono rispettivamente -13 e -10 per cento, ad Oslo e Parigi si registra -11 per cento, ad Amsterdam, Vienna e Madrid -9 per cento e Francoforte -7 per cento .

Milano è ottava nella classifica dei costi del vestiario. All’ombra della Madonnina, in centro città, occorrono circa 100 euro per acquistare un paio di scarpe da ginnastica o un jeans di marca. Si spende meno a Roma dove per gli stessi oggetti il costo medio è di circa 70 euro. Anche la tecnologia in Italia è tra le più care al mondo: un iPhone costa il 21 per cento in più rispetto agli Stati Uniti: circa 1300 euro.

Chi vive in affitto deve fare i conti con canoni mensili esorbitanti. A Milano per un appartamento di due stanze occorrono circa 1.200 euro ed a Roma, per la stessa tipologia di casa, si pagano circa 1.000 euro. In pratica, nella Capitale in media si hanno 800 euro per arrivare a fine mese, mentre a Milano nel conto in banca rimangono circa 910 euro al netto delle spese. Cifre che, spiega la Deutsche Bank, sono basse rispetto ai costi elevati della vita in Italia.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.