Obblighi del garante di un mutuo: quali sono i rischi, come funziona

Obblighi del garante di un mutuo quali sono i rischi, come funziona
Quali sono gli obblighi del garante di un mutuo, di cosa deve esattamente rispondere, i rischi di un pignoramento

Quando si chiede un mutuo per l’acquisto di una casa, se la situazione reddituale del mutuatario non è sufficiente a garantire il rientro del finanziamento, le banche chiedono l’intervento di un garante (il cosiddetto fideiussore) che dovrà rispondere in caso di insolvenza del richiedente il mutuo.

Il garante può essere chiunque: un familiare, un parente più o meno stretto, un amico, un socio, l’amministratore della società e via dicendo; l’importante è che sia affidabile, vale a dire che sia titolare di beni da aggredire in caso di inadempimento del mutuatario.

Con la firma della fideiussione, in buona sostanza, ci si impegna verso l’istituto di credito ad onorare il debito contratto da altro soggetto. Come ben spiega Mutui.it, la somma dovuta non si limita alla quota capitale ed a relativi interessi previsti dal piano di ammortamento. La fideiussione copre anche gli interessi moratori per i ritardi nei pagamenti, le spese sostenute dalla banca per solleciti ed intimazioni di pagamento a carico del mutuatario, eventuali imposte, fino a ricomprendere in taluni casi il possibile risarcimento danni.

Secondo quanto previsto dalla legge, il garante dovrà provvedere al pagamento delle somme non versate dal mutuatario dietro semplice richiesta della banca, da effettuarsi tramite raccomandata postale con avviso di ricevimento. L’istituto di credito dovrà inviare la richiesta del pagamento presso il domicilio indicato dal fideiussore al momento della stipula dell’atto.

La banca potrà richiedere l’intera somma in un’unica soluzione, fino al massimale stabilito nel contratto stesso. In linea generale, viene indicata una data massima entro la quale si dovrà provvedere al pagamento. Scaduti i termini, scattano in automatico ulteriori interessi e more.

Se il garante non dispone dei fondi necessari per effettuare il pagamento, può concordare con la banca creditrice le modalità di rientro. In caso contrario, la banca potrà agire sul patrimonio del garante, avendo anche la possibilità di richiedere il pignoramento dei conti correnti, oppure del quinto dello stipendio o pensione. Tuttavia, anche se il garante dovesse provvedere a versare il debito residuo per conto del debitore, non potrà vantare alcun diritto sull’abitazione, né potrà detrarre gli interessi del mutuo.

Il fideiussore, per recuperare le somme versate, potrà esercitare un’azione di regresso verso il debitore principale attivandosi, anche in sede giudiziale, applicando anche gli interessi legali su tali somme.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.