Mercato delle locazioni secondo semestre 2018: italiani sempre più attenti alla qualità

Mercato delle locazioni secondo semestre 2018 italiani sempre più attenti alla qualità
L’analisi del mercato delle locazioni secondo semestre 2018 evidenzia che gli inquilini italiani sono molto più attenti alla qualità dell’immobile, aumentano i contratti di affitto per gli studenti universitari

Gli inquilini italiani sono sempre più attenti alla qualità dell’immobile, questo è quanto emerge dall’analisi dell’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa sul mercato nazionale delle locazioni che vede canoni in aumento ed una riduzione dell’offerta.

Dall’analisi dei contratti di locazione stipulati attraverso le agenzie affiliate per individuare le principali caratteristiche di coloro che, nel secondo semestre del 2018, hanno affittato un’abitazione, emerge che nella maggioranza dei casi si opta per l’affitto per scelta abitativa (57,0 per cento), il 33,6 per cento del campione lo fa per motivi di lavoro ed il 9,4 per cento lo fa per motivi di studio.

Rispetto ad un anno fa si registra un aumento delle locazioni degli studenti universitari, si passa infatti dal 6,0 per cento del secondo semestre dell’anno precedente all’attuale 9,4 per cento. Diminuisce invece la percentuale di contratti di locazione stipulati da lavoratori trasfertisti, dal 37,7 per cento della seconda parte dell’anno precedente si scende al 33,6 per cento attuale.

Nel secondo semestre del 2018 le città con le percentuali più alte di contratti stipulati da lavoratori trasfertisti sono state Bologna, Milano, Roma, Firenze e Verona.

A livello nazionale il contratto di locazione più utilizzato rimane quello a canone libero da 4 anni più 4 (52,3 per cento), a seguire i contratti a canone concordato che si attestano al 27,8 per cento, in leggero aumento rispetto al secondo semestre dell’anno precedente quando si fermavano al 26,5 per cento ed in costante crescita negli ultimi anni.

Il taglio più affittato è il bilocale (40,7 per cento), seguito dal trilocale con il 34,7 per cento delle preferenze. Il 45,0 per cento del totale, ha un’età compresa tra 18 e 34, si scende quindi al 23,0 per cento per coloro che hanno tra 35 e 44 anni, con percentuali via via più basse all’aumentare delle fasce di età. Alta la percentuale di coppie e coppie con figli che scelgono una casa in affitto (58,7 per cento),la percentuale di single si attesta al 41,3 per cento.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.