Compravendite residenziali in forte crescita: raggiunti i volumi più alti dal 2010

Compravendite residenziali in forte crescita raggiunti i volumi più alti dal 2010
Volumi delle compravendite residenziali in forte crescita, 578.647 transazioni, il dato più alto dal 2010, il Rapporto Residenziale 2019 dell’Agenzia delle Entrate in collaborazione con Abi

Arriva l’ennesima conferma che le compravendite residenziali in Italia stanno attraversando un periodo decisamente positivo. Secondo il Rapporto Residenziale 2019, appena pubblicato dall’Agenzia delle Entrate in collaborazione con Abi, infatti, nel 2018 sono state definite 578.647 transazioni, il dato più alto dal 2010. Il quinto tasso annuale consecutivo di segno positivo (+6,5 per cento).

I maggiori rialzi si registrano a Bologna, Palermo e Napoli. Il tasso di crescita più significativo si è registrato nell’area del Nord Est (+10,2 per cento), con un mercato che rappresenta circa un quinto del totale nazionale; l’area Nord Ovest è la più dinamica (5,6 per cento), con oltre un terzo del totale delle compravendite (34,2 per cento). Crescono maggiormente i comuni minori (+6,9 per cento in termini aggregati); dinamiche meno differenziate nei comuni capoluogo, pur permanendo al Nord Est il tasso più elevato (+9,7 per cento).

L’Emilia Romagna è la regione con il maggior incremento di compravendite residenziali, con quasi 52 mila scambi (11,3 per cento). Seguono Marche (+10,2 per cento) e Veneto (+10 per cento). Tendenza opposta per la Basilicata, che perde il 5,9 per cento.

Tra le grandi città, invece, spicca Bologna (+10,5 per cento), seguita da Palermo (+7,7 per cento), Napoli (+5,9 per cento) e Torino (+4,3 per cento). Bene anche Roma (+3 per cento), Milano (+3,4 per cento).

Le abitazioni compravendute hanno una dimensione media di 105,9 metri quadri, leggermente maggiore rispetto a quella dell’anno precedente (+0,2 metri quadri).

Nel 2018 sono stati scambiati, a livello nazionale, poco più di 69.600 depositi pertinenziali, in aumento, rispetto all’anno precedente, dell’8,4 per cento. Anche gli scambi di box e posti auto, circa 336.800, risultano in crescita, +5,4 per cento rispetto all’anno precedente, seppure il rialzo sia inferiore a quello registrato nel settore delle abitazioni.

I maggiori rialzi si osservano al Nord Est dove le compravendite sono cresciute del 20 per cento e dei box (9 per cento). Il mercato dei depositi pertinenziali evidenzia buoni rialzi anche al Sud e nelle Isole con tassi intorno al 9 per cento. Nelle stesse ripartizioni i box segnano una crescita che si ferma al 3 per cento nelle Isole ed è del 4,3 per cento al Sud. Al Centro, il tasso di incremento dei depositi è del 6,2 e del 3,4 per cento per i box.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.