Assicurazioni contro i rischi da calamità naturali: Ivass, polizze anche per le chiese

Assicurazioni contro i rischi da calamità naturali Ivass, polizze anche per le chiese
Sono in aumento le assicurazioni contro i rischi da calamità naturali come terremoti ed alluvioni, secondo il rapporto semestrale dell’Ivass, si stipulano polizze anche per le parrocchie delle diocesi

Sono sempre di più gli italiani che stipulano polizze assicurative per salvaguardarsi in qualche modo da sgraditi e costosi incidenti, curiosamente ci si assicura anche per eventuali danni prodotti dalla rottura di elettrodomestici montati o riparati dall’artigiano che esplodono e provocano danni oppure dalle inevitabili scottature o tagli in cucina che potrebbe procurarsi uno chef.

In particolar modo, sono aumentate in Italia le polizze contro i rischi da catastrofi naturali ed a correre ai ripari, per assicurrsi per possibili danni, anche le parrocchie delle diocesi, dopo i disastri dell’ultimo terremoto del 2016 al patrimonio religioso e culturale.

Questo è quanto emerge dal rapporto semestrale dell’Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni). L’incremento sarebbe stato aiutato anche dalla legge di Stabilità 2018 che ha introdotto una facilitazione fiscale che consiste nella detrazione Irpef del 19 per cento sul prezzo delle polizze sottoscritte relative alle assicurazioni sulla casa contro le calamità naturali.

Naturalmente, secondo quanto emerge dalla pubblicazione semestrale, le compagnie stanno lanciando sul mercato “alcune soluzioni pensate ad esempio per attività di negozi, officine, ristoranti e bar”. Tra le principali tendenze, anche le micropolizze proposte nel momento in cui il cliente può averne bisogno (c.d. instant insurance) ed alla tutela degli animali domestici. Nuovi prodotti vengono lanciati a sostegno delle piccole e medie imprese che offrono coperture personalizzate in relazione al tipo di attività svolta.

Aumentano le soluzioni assicurative contro i rischi catastrofali, grazie anche alle agevolazioni fiscali introdotte a partire dal 2018. Si tratta di coperture ad hoc che proteggono dai danni derivanti da terremoti, alluvioni ed altre calamità. Nel settore vita si registra un calo del numero dei nuovi prodotti lanciati (-7 per cento rispetto all’anno precedente).

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.