Acquistare una casa da ristrutturare: quali sono i fattori da considerare

Acquistare una casa da ristrutturare quali sono i fattori da considerare
Si può acquistare una casa da ristrutturare ma ci sono dei fattori da considerare per valutare la convenienza o meno dell’acquisto

Secondo le ultime analisi di settore, il mercato immobiliare italiano mostra segni di ripresa, le compravendite sono in continua crescita grazie anche ai prezzi ancora convenienti ed al mercato dei mutui che non vede i tassi applicati al rialzo almeno fino al 2020.

Nonostante questo, la scelta da fare è se acquistare una casa nuova oppure una da ristrutturare, una soluzione che consentirebbe di risparmiare. Tuttavia, prima di fare una scelta, sarebbe opportuno prendere in considerazione alcuni fattori molto importanti quali le spese da sostenere ed i tempi necessari.

Alcuni consigli arrivano da La legge per tutti. Prima di acquistare una casa da ristrutturare, è necessario verificare la presenza di umidità di risalita o infiltrazioni su pareti e soffitti facilmente individuabili per via delle macchie verdastre sulle pareti che tendono a scrostarsi. Molto dipende anche dall’età dell’edificio e, comunque, l’esposizione della casa a nord potrebbe creare problemi di infiltrazioni.

Gli ambienti più a rischio di umidità sono cucina e bagno. Qualora si decidesse ugualmente per l’acquisto, bisognerà mettere in preventivo una ulteriore spesa per impedire definitivamente alla muffa di ricomparire.

Una delle tante verifiche da fare se si intende acquistare una casa da ristrutturare è la presenza di crepe sui muri. Se sono piccole non bisogna preoccuparsi, potrebbe trattarsi di movimenti di assestamento dell’immobile o al dilatamento dei materiali a causa del meteo e del tempo. Diverso è il discorso per quelle più larghe e lunghe. In questo caso potrebbe trattarsi di cedimenti strutturali o, peggio ancora, di problemi alle fondamenta. Le spese per la sistemazione sono molto alte, non a caso il prezzo proposto sarà più basso rispetto a quello di mercato poiché cala il valore della casa.

Nelle case datate, è possibile la presenza di amianto su tettoie o coperture. In questo caso, bisognerà provvedere alla rimozione ed allo smaltimento. Se sono piccole quantità, la maggior parte dei Comuni mette a disposizione un apposito kit. Se invece il materiale da smaltire è tanto, bisogna necessariamente rivolgersi ad un’impresa specializzata che può maneggiare l’amianto senza far sollevare le sue pericolosissime polveri.

Se si acquista una casa indipendente o una mansarda, meglio verificare le condizioni del tetto e chiedere al venditore se è mai stato ristrutturato e quando. In linea di massima, la vita media di un tetto fatto di cemento e di tegole va dai 15 ai 25 anni, a seconda della qualità dei materiali utilizzati.

Fondamentale, nel caso in cui si decidesse di acquistare una casa da ristrutturare, è verificare lo stato degli impianti idraulico ed elettrico. La vita media di tali impianti idraulico è di circa 30 anni. Se le prese non hanno la messa a terra (quindi sono bipolari), si dovrà rifare tutto l’impianto.

Inoltre, la classe energetica è un fattore importante in una casa: quelle più alte ed efficienti (A e A+) sono chiaramente preferibili. La legge prevede l’obbligo di un certificato energetico della casa, utile anche nel caso in cui si decidesse di rivendere la casa in futuro. Riguardo alle case più vecchie, il valore aggiunto è la presenza di parametri antisismici, di isolamenti termici ed acustici e di esterni in buone condizioni.

In conclusione, acquistare una casa da ristrutturare richiede molta attenzione e dispendio di tempo e denaro. Una casa di nuova costruzione potrebbe sembrare più conveniente, anche se sul prezzo incidono i costi di costruzione, gli oneri comunali ed altre spese tecniche che ha dovuto sostenere il costruttore. Tutte spese che nel costo di una casa da ristrutturare non ci sono.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.