Liquidità sulla casa per la Terza età: il vademecum multimediale del Notariato

Liquidità sulla casa per la Terza età il vademecum multimediale del Notariato
Come ottenere liquidità sulla casa per la Terza età, il Notariato stila un vademecum multimediale per conoscere gli strumenti patrimoniali a disposizione dei non più giovanissimi

Non si può certo dire che l’Italia sia un Paese giovane, le nascite sono sempre meno e, del resto, visti i tempi che corrono, l’incertezza lavorativa ed economica, certo non incoraggia i giovani a mettere al mondo dei figli ai quali bisogna necessariamente garantire un futuro sereno.

Secondo gli ultimi dati Istat, infatti, l’Italia è il secondo Paese più vecchio al mondo dopo il Giappone, gli over 65 rappresentano il 22,6 per cento del totale della popolazione italiana, chi ha superato gli 80 anni raggiunge il 7 per cento. Secondo i dati, il 73 per cento è proprietario di casa di abitazione e circa uno su tre vive da solo, mentre sono circa 1,3 milioni i nuclei familiari composti da anziani con un reddito inferiore a 20mila euro, proprietari di una casa che vale almeno 200mila euro.

Per questo è importante far conoscere alla Terza età quali sono gli strumenti patrimoniali a disposizione, dalla rendita vitalizia al prestito vitalizio ipotecario, dal contratto di contratto di mantenimento alla donazione con onere di assistenza, nonché vendita della nuda proprietà con riserva di usufrutto.

Su questi cinque strumenti finanziari patrimoniali il Consiglio nazionale del Notariato (in collaborazione con le maggiori associazioni dei consumatori) ha realizzato, attraverso una guida che da cartacea è diventata multimediale, più intuitiva ed innovativa. Il vademecum consentirà di pianificare una vecchiaia serena disponendo anche della sola casa di proprietà.

Il progetto, illustrato alla Camera, sotto il coordinamento del consigliere nazionale del Notariato responsabile dei rapporti con i consumatori Pierluisa Cabiddu che ha dichiarato: “l’Italia sta attraversando profonde trasformazioni a causa dell’invecchiamento della popolazione, con tutte le problematiche che ne conseguono. Per lo Stato sociale sarà sempre più difficile provvedere all’assistenza e alla protezione delle persone anziane. In questo scenario, rivestono un importante ruolo gli strumenti patrimoniali privati, con i quali è possibile disporre dei propri beni (ma è sufficiente la proprietà della sola casa di abitazione) per pianificare una vecchiaia serena e dignitosa. Le loro peculiarità, specificità e duttilità li rendono idonei a soddisfare le più svariate esigenze e necessità”.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.