Mutuo con ipoteca per l’acquisto di una casa: cosa accade se non si pagano le rate

Mutuo con ipoteca per l’acquisto di una casa cosa accade se non si pagano le rate
Il mutuo con ipoteca per l’acquisto di una casa implica il pagamento di una rata mensile, cosa succede se non si pagano alcune scadenze

Quando si acquista una casa, nella maggior parte dei casi, si ricorre all’aiuto di un mutuo, il classico con ipoteca accesa in favore dell’istituto di credito che concede il finanziamento.

L’ipoteca sulla casa rappresenta per la banca l’unica garanzia reale che il cliente può offrire, soprattutto quando il reddito o le garanzie del richiedente non sono sufficienti a farlo. L’ipoteca viene iscritta nei pubblici registri immobiliari, accanto alla descrizione dell’immobile. Atto con il quale si evidenzia che la banca ha un privilegio.

In pratica, la nota conferisce alla banca il diritto di poter mettere in vendita all’asta l’immobile, a seguito di un pignoramento immobiliare. Il denaro ricavato dalla vendita forzata andrà a coprire il debito contratto e l’eventuale eccedenza dovrà essere restituita al debitore.

L’istituto di credito è inoltre un creditore privilegiato, l’ipoteca accesa sulla casa fa sì che prevalga su altri creditori nel momento dell’assegnazione del ricavato dalla vendita forzata. La legge, infatti,in caso di pignoramento immobiliare, consente anche ad altri di recuperare la somma di cui sono creditori, a patto che siano in possesso di un titolo esecutivo, vale a dire una sentenza di condanna, un decreto ingiuntivo definitivo, una cambiale o un assegno, un mutuo notarile. Tuttavia, sarà la banca ad avere la precedenza grazie all’ipoteca di primo grado e, solo se avanza denaro, questo andrà diviso tra tutti gli altri creditori.

Infine, se il debitore dovesse vendere la casa su cui pende l’ipoteca prima che il creditore abbia iniziato il pignoramento, quest’ultimo potrebbe ugualmente agire nei confronti dell’acquirente del bene. Sia il venditore che il notaio rogante hanno l’obbligo di avvisare l’acquirente che sta comprando un immobile ipotecato.

Erroneamente si pensa che la casa resti di proprietà della banca fino all’estinzione del mutuo per via dell’ipoteca iscritta che, in realtà, vuole essere solo una garanzia per la restituzione della cifra anticipata. La proprietà resta sempre dell’acquirente che ha firmato il contratto definitivo davanti al notaio, anche se resta il peso della garanzia della banca. Pertanto, se il mutuo non viene pagato, la banca ipotecaria potrà agire con l’esecuzione forzata. Anche con l’avvio del pignoramento immobiliare, la proprietà resta in caso al debitore il quale la perde solo se, in una delle tante aste, un offerente riesce ad ottenerne l’aggiudicazione.

Nel caso in cui il debitore dovesse smettere di pagare le rate del mutuo, la banca può procedere con la revoca del finanziamento solo dopo il mancato pagamento di sette rate anche non consecutive. Scaduto il termine consentito dalla legge, viene avviato il pignoramento immobiliare.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.