Case a 1 euro a Sambuca di Sicilia: tutte vendute, offerte da tutto il mondo

Case a 1 euro a Sambuca di Sicilia tutte vendute, offerte da tutto il mondo
Le case a 1 euro a Sambuca di Sicilia sono state tutte vendute, aperte le buste con le offerte pervenute da tutto il mondo per i sedici immobili abbandonati del centro storico

Il giorno tanto atteso è arrivato, l’8 maggio, presso la sede di Palazzo Panitteri, sede del museo civico, alla presenza di un notaio e dei rappresentanti della stampa, sono state aperte le buste con le offerte pervenute da tutto il mondo per aggiudicarsi all’asta i sedici immobili del centro storico di Sambuca piccolo centro siciliano venuto alla ribalta qualche mese fa.

La corsa all’acquisto era iniziata dopo un servizio trasmesso dal canale turismo della rete televisiva Cnn con le immagini di Sambuca di Sicilia (Agrigento), poi ripreso dai media italiani ed internazionali, tanto che il Comune era stato letteralmente preso d’assalto da centinaia di telefonate e da oltre 100 mila email provenienti da tutto il mondo. Migliaia le richieste arrivate dagli Stati Uniti al Giappone, dall’Argentina alla Norvegia, dalla Russia ad Israele, dall’Ungheria ai paesi Arabi. A breve gli acquirenti entreranno in possesso degli immobili di proprietà che erano stati messi a bando dall’amministrazione con il simbolico prezzo a base d’asta di 1 euro.

Erano 49 le buste contenenti le singole offerte, comprese fra mille e 10mila euro. Il rilancio più alto ha riguardato un immobile situato in via Marconi, una signora proveniente dalla Virginia (Stati Uniti) si è aggiudicata l’immobile per 21mila euro. Come previsto dal bando di gara, i nuovi proprietari avranno massimo tre anni di tempo per ristrutturare l’immobile acquisito in questo angolo di paradiso tutto italiano.

Più che soddisfatto il vice sindaco di Sambuca, Giuseppe Cacioppo che ha affermato: “Da quando nel 2016 siamo stati eletti ‘Borgo dei Borghi’ la vita della nostra comunità è profondamente cambiata. Da allora, infatti, abbiamo conosciuto un vero e proprio boom turistico: sono aumentati i posti letto, con la nascita di decine di bed and breakfast, e anche il mercato immobiliare ha subito uno sviluppo senza precedenti. Quando abbiamo lanciato il progetto delle ‘Case ad 1 euro’ non ci aspettavamo questo successo. Siamo stati letteralmente invasi da centinaia di stranieri, molti dei quali hanno deciso di trasferirsi nel nostro paese. Oggi raccogliamo i frutti di questo lavoro”.

Oltre alle 16 case di proprietà del Comune aggiudicate attraverso l’asta, ci sono almeno altre cinquanta case, tutte di privati, che sono già state vendute, soprattutto ad acquirenti stranieri, alla ricerca di un “buen ritiro” in Sicilia ed alcuni dei quali intenzionati ad investire sul “Borgo dei Borghi” con la realizzazione di nuove strutture turistiche.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.