Compravendite in crescita a Bari: prezzi in leggero aumento, buoni investimenti in centro

Compravendite in crescita a Bari prezzi in leggero aumento, buoni investimenti in centro
Le compravendite in crescita a Bari del 10,5 per cento, aumentano leggermente i prezzi delle case, il centro città molto interessante per gli investimenti

Il mercato immobiliare di Bari registra ottimi risultati, secondo l’analisi dell’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa, nel 2018 l’aumento delle compravendite è stato del 10,5 per cento. La ripresa dei volumi era iniziata già nel 2014. I prezzi hanno subito un lieve ritocco pari al +0,3 per cento.

L’analisi conferma la ripresa del mercato immobiliare di Bari che, nel secondo semestre 2018, rispetto al primo, ha visto le quotazioni delle case in calo del l’1,0 per cento. Rimangono stabili i valori nelle macroaree Centro e Lungomare Perotti – Polivalente, in aumento dell’1,4 per cento Poggiofranco – Policlinico, mentre sono in diminuzione le macroaree San Pasquale – Carrassi (-2 per cento) e Aeroporto (-2,9 per cento)

Stabile la macroarea del centro di Bari. Mercato dinamico nel quartiere murattiano e nel Borgo Antico: la domanda è in aumento sia come prima casa e sia come investimento. Numerosi uffici ormai vuoti sono stati trasformati in abitazione oppure in strutture ricettive, talvolta ricorrendo al cambio di destinazione d’uso. In questo caso ci si orienta o su appartamenti con due camere e zona giorno separata oppure su monolocali e bilocali in contesti storici. Nel Borgo Antico le quotazioni sono comprese mediamente tra 1200 euro al mq per le soluzioni da ristrutturare, a cui si devono aggiungere altri 800-1000 euro al mq per la ristrutturazione, ma salgono fino a 3000 euro al mq nella parte più esclusiva, che si sviluppa tra piazza Mercantile, piazza del Ferrarese e via Venezia.

Nel quartiere piacciono soprattutto le abitazioni posizionate in via Cairoli, via De Rossi e le strade limitrofe ed interne, dove un buon usato costa intorno a 1900-2000 euro al mq. Sulle zone top di via Sparano e piazza Umberto I si arriva ad un massimo di 3000 euro al mq, tuttavia qui le compravendite sono più rare perché gli appartamenti sono di grandi dimensioni. I valori scendono man mano che ci si avvicina al rione Libertà: un buon usato ha prezzi medi di 1500 euro al mq. Buona la domanda per le soluzioni ubicate a ridosso della cattedrale e della basilica di San Nicola, dove ci sono case risalenti anche al ‘600 che si trovano al pian terreno con ingresso su strada.

Sul mercato delle locazioni si assiste al ritorno dei contratti di lunga durata, per lo più a canone libero, tutti con cedolare secca, invece di quelli transitori. Il taglio più richiesto è il trilocale e la spesa media mensile si attesta intorno a 600 euro. Da segnalare che alcune società prendono in affitto l’appartamento a prezzi mediamente più alti rispetto alla media di mercato per poi procedere alla locazione turistica.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.