Mercato immobiliare di Verona: compravendite in crescita e prezzi in aumento

Mercato immobiliare di Verona compravendite in crescita e prezzi in aumento
Il mercato immobiliare di Verona è ancora in fase di crescita, nel secondo semestre 2018 le famiglie e gli investitori hanno acquistato la casa in città

L’analisi del mercato immobiliare di Verona nel secondo semestre del 2018, rispetto al primo semestre dello stesso anno, ha evidenziato valori immobiliari in crescita del +1,8 per cento.

A dirlo è l’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa che evidenzia anche la ripresa delle compravendite come testimoniano gli ultimi dati diffusi dall’Agenzia delle Entrate. Nel 2018 sono state 3.359 in aumento del 5,2 per cento rispetto all’anno precedente.

Nel secondo semestre 2018 quasi tutte le macroaree della città hanno segnalato prezzi in aumento, stabilità solo per la macroarea Borgo Milano-Stadio-Navigatori. Per quanto riguarda l’andamento fututo, secondo l’analisi Tecnocasa, ci si aspetta un aumento dei prezzi delle case a Verona tra lo 0 ed il 2 per cento.
 
Nel secondo semestre del 2018 la macroarea Centro ha evidenziato un aumento dei valori pari al +3,2 per cento rispetto al semestre precedente. Mercato vivace in zona Veronetta con prezzi in lieve rialzo delle quotazioni grazie ad un aumento sia del numero sia della qualità delle richieste. Aumentano gli investitori, in particolare negli ultimi semestri si registra una buona domanda di tipologie da trasformare in B&B e in case vacanza: in questo caso il budget a disposizione parte mediamente da 120-130 mila euro fino a superare i 200 mila euro. Chi invece acquista l’abitazione principale si dimostra attento alla qualità del contesto abitativo: in questo caso la tipologia più richiesta è il trilocale. Molto ambite anche le abitazioni meno signorili ma più panoramiche che si affacciano sull’Adige. L’offerta è molto bassa, spesso sono ereditate, e quando si trovano in vendita possono raggiungere prezzi che vanno oltre i 3000-3500 euro al mq.

La macroarea Borgo Trento segnala un rialzo delle quotazioni pari al +2,5 per cento. Mercato vivace nell’area di Avesa, Cesiolo, Pindemonte e Valdonega nella seconda parte del 2018. Aumenta la fiducia dei potenziali acquirenti e cresce di conseguenza il numero di richieste e di compravendite. La domanda arriva sia da coppie e famiglie in cerca della prima casa sia da investitori. La presenza dell’Ospedale di Borgo Trento infatti alimenta la domanda di abitazioni per avviare attività di affittacamere per soddisfare le richieste di personale ospedaliero e di familiari dei degenti, oltre che di qualche turista.

Stabili i valori nella macroarea Borgo Milano-Stadio-Navigatori. Stabili le quotazioni immobiliari nell’area di Ponte Catena, Saval e Navigatori nella seconda parte del 2018. Il numero di richieste è alto ed in crescita, in particolare per quanto riguarda la zona di Ponte Catena sempre molto apprezzata per la vicinanza al Centro e all’Ospedale di Borgo Trento. La presenza della struttura ospedaliera spinge molti investitori a comprare in zona Ponte Catena per poi affittare a praticanti e al personale medico. Chi compra per mettere a reddito cerca in genere bilocali con prezzi che partono da 90 mila euro per tipologie da ristrutturare per arrivare a 130-140 mila euro per soluzioni già ristrutturate. Chi cerca la prima casa, sceglie soprattutto trilocali e quattro locali.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.