Chiedere un mutuo senza avere un garante né proprietà: quali sono le possibilità

Chiedere un mutuo senza avere un garante né proprietà quali sono le possibilità
Come si può chiedere un mutuo senza avere un garante né proprietà, le alternative possibili

Quando si chiede un mutuo in banca per acquistare una casa, la prassi vuole che l’aspirante mutuatario fornisca delle garanzie all’istituto bancario. Se si può contare su una sola entrata mensile, quindi un monoreddito, è gioco forza che venga richiesta la presenza di una seconda persona, vale a dire il garante che dovrà intervenire solo quando l’intestatario del mutuo non riesce a pagare le rate.

La banca deve essere certa che il finanziamento erogato rientrerà, pertanto, se il richiedente il mutuo può contare su due entrate sicure al mese come ad esempio due contratti di lavoro a tempo indeterminato, va da sé che la presenza del garante non sia necessaria, salvo che l’importo richiesto non sia molto alto.

Ponendo il caso che non si riesca ad avere un garante, l’alternativa è ricorrere al Fondo di garanzia prima casa istituito dal Governo qualche anno fa. Comunque sia, ci sono delle alternative per poter chiedere un mutuo senza garante nè proprietà.

Nel caso di un reddito fisso con due contratti a tempo indeterminato, che significa una entrata sicura, la garanzia per la banca è l’ipoteca sull’immobile da acquistare: in caso di mancato pagamento, essendo la banca proprietaria dell’immobile fino alla completa estituzione del mutuo, ha la possibilità di venderla per recuperare i soldi anticipati. Comunque sia, se l’importo ottenuto dalla vendita supera il debito residuo, il creditore deve corrispondere la parte eccedente.

Nel caso di lavoratore autonomo o libero professionista senza avere alcuna proprietà, per ottenere un mutuo senza garante è necessario presentare alla banca il Modello Unico che certifica la situazione patrimoniale. Il finanziamento concesso è proporzionale al reddito, questo significa che più alto sarà il reddito, più alto sarà il finanziamento.

Chiedendo un mutuo senza garante, ma potendo contare sulla proprietà di un altro immobile, ad esempio, una seconda casa ceduta in affitto con un contratto regolarmente registrato, ci sarebbero certamente più possibilità. La banca, infatti, nel caso non si riuscisse a pagare le rate del mutuo, andrà a recuperare l’importo dell’affitto a recupero del credito fino all’estinzione del debito. Questa ipotesi è da considerare non solo quando si chiede il mutuo per la prima casa ma anche per acquistare un immobile da affittare. Fanno reddito anche eventuali investimenti del potenziale mutuatario. In questo caso si possono offrire alla banca come garanzia titoli, risparmi o polizza fideiussoria.

Per acquistare la prima casa senza avere garanti né alcuna proprietà, l’alternativa per i giovani under 35 anni, con un contratto a tempo determinato, è ricorrere al Fondo di garanzia creato per avere un finanziamento con il supporto dello Stato. Il Fondo viene attivato anche per pagare eventuali interventi di ristrutturazione e miglioramento dell’efficienza energetica sempre sulla prima casa. Il Fondo mette a disposizione il 50 per cento della quota capitale del mutuo ipotecario con un limite di 250mila euro per l’acquisto di un immobile non di lusso destinato a prima casa.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.