Mutui regionali terzo trimestre 2018: erogazioni in crescita quasi ovunque

Mutui regionali terzo trimestre 2018 erogazioni in crescita quasi ovunque
L’andamento dei mutui regionali terzo trimestre 2018 è positivo, le erogazioni risultano in crescita quasi ovunque, bene Toscana, Veneto ed Emilia Romagna

L’andamento del mercato dei mutui nel terzo trimestre dello scorso anno è decisamente positivo. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, infatti, le erogazioni sono cresciute in quasi tutte le regioni. A dirlo è l’analisi realizzata dall’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa.

Secondo l’analisi, le migliori performance sono state registrate in Toscana (+20,2 per cento), Veneto (+16,9 per cento) ed Emilia Romagna (+16,5 per cento). In coda troviamo la Lombardia (+5 per cento), le Marche (+2,5 per cento) e l’Abruzzo, unica regione ad avere una diminuzione dell’erogato del -10 per cento.

Permangono sempre accentuate le differenze geografiche in termini di erogazioni. Sono come di consueto le regioni del Nord Italia quelle dove si eroga mediamente di più: la Lombardia si conferma la migliore per distacco con i suoi 2.751,7 milioni di euro di mutui erogati, segue il Lazio che con 1.546,1 milioni di euro, prima regione per il Centro e Sud. Il Veneto con 1091,6 milioni erogati supera l’Emilia-Romagna che si ferma a 1034,3 milioni.

Nel terzo trimestre 2018 91 delle 107 province d’Italia hanno evidenziato volumi in aumento, alcune delle quali anche in maniera molto consistente, come ad esempio Sassari che segna un incremento dell’erogato del +89,7 per cento. Variazione importantissima anche per la provincia di Nuoro +52,4 per cento, Caltanissetta +37,7 per cento, Fermo +31,3 per cento. e Sondrio +31,1 per cento. Tra le province che hanno erogato più finanziamenti spiccano sempre Roma e Milano, i cui volumi rappresentano più del doppio rispetto alla terza provincia, Torino.

In conclusione, si avvertono nuovi segnali di distensione sul mercato del credito, ma bisognerà attendere i dati relativi al quarto trimestre 2018, che presumibilmente saranno influenzati dall’aumento dello spread, elemento che avrà impatto sul prossimo periodo. Il mercato dei mutui alla famiglia è ben strutturato e quasi sicuramente il 2018 chiude intorno ai 49 miliardi di euro. Comunque sia, molto dipenderà dalle politiche economiche che il nostro Paese adotterà in termini di sostegno all’economia, soprattutto riguardo all’occupazione ed al reddito delle famiglie.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.