Bonus mobili per box auto pertinenziale: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Bonus mobili per box auto pertinenziale i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate
Si ha diritto al bonus mobili per box auto pertinenziale che si tratti di acquisto o realizzazione? I chiarimenti dellAgenzia delle Entrate sulle agevolazioni per il recupero del patrimonio edilizio

Solo da qualche giorgno l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato un aggiornamento circa le agevolazioni fiscali relative a ristrutturazioni, bonus mobili ed ecobonus. La nuova guida approfondisce le novità fiscali della Legge di Bilancio 2019.

L’aggiornamento ricorda che per quanto riguarda le ristrutturazioni, fino al 31 dicembre 2019 si potrà usufruire della detrazione Irpef del 50 per cento e del limite massimo di spesa di 96mila euro per ogni singolo immobile e le sue pertinenze unitariamente considerate, anche se accatastate separatamente. Salvo nuove disposizioni, dall’1 gennaio 2020 la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36 per cento e con il limite di 48mila euro.

Nello specifico, nelle FAQ (Frequently Asked Questions), vale a dire le domande ricorrenti degli utenti, si parla di realizzazione e/o acquisto di un box pertinenziale e se è possibile usufruire del bonus ristrutturazione.

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che la detrazione Irpef del 50 per cento spetta anche per l’acquisto o la realizzazione di posti auto pertinenziali. In particolare, l’agevolazione è riconosciuta: per l’acquisto di box e posti auto pertinenziali già realizzati (solo per le spese imputabili alla loro realizzazione); per la costruzione di autorimesse o posti auto, anche a proprietà comune (purché vi sia un vincolo di pertinenzialità con una unità immobiliare abitativa).

Per l’acquisto o la costruzione di un box pertinenziale si ha diritto alle agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni e non è possibile richiedere il bonus mobili in quanto non rientra tra gli interventi di recupero del patrimonio edilizio che permettono di avere la detrazione per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.

Non tutti gli interventi di ristrutturazione danno diritto al bonus mobili. In questo caso, è obbligatorio che sui singoli appartamenti siano stati effettuati lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.