Villa in Canada a 16 euro ed una lettera: singolare concorso per vincere 350 mq

Villa in Canada a 16 euro ed una lettera singolare concorso per vincere 350 mq
Una villa in Canada a 16 euro ed una lettera che sia convincente, la singolare idea di una signora costretta a vendere la proprietà dal valore superiore al milione di euro

La notizia arriva dalla rete e, dunque, deve essere presa con le pinze. Tuttavia, pare ci sia la possibilità di vincere una mega villa in Canada semplicemente mettemdo nero su bianco per rispondere ad una domanda: “Perché vivere qua ti cambierebbe la vita?”
Semplice in apparenza, in realtà, bisognerà inviare una lettera convincente alla quale allegare 25 dollari canadesi, l’equivalente di 16 euro, per partecipare al singolare concorso e, se di gradimento della signora, si vince una villa dal valore di oltre un milione di euro.

La proposta arriva da Alla Wagner, una signora canadese che ha deciso di vendere la propria casa a chi le scriverà la lettera più bella. Come spiega su Facebook, la signora è costretta a vendere la villa perché, dopo un grave infortunio alla schiena, non è più in grado di gestire la proprieta di 350 metri quadri. Fino ad ora non è riuscita a trovare nessun acquirente che le offrisse la cifra richiesta. Da qui l’idea del concorso letterario ispirandosi a qualcosa di simile avvenuto nel 2015.

Il particolare da non trascurare è che la signora Wagner, per ritenere valida la compravendita, ha fissato il tetto di 68mila lettere ricevute e, naturalmente, per ognuna si dovrà inviare la quota di iscrizione. Le lettere dovranno contenere non meno di 350 parole ed essere inviate tramite e-mail o posta entro marzo.

Le storie più interessanti verranno pubblicate sulla pagina Facebook “Write a Letter, Win a House” creata appositamente per il concorso. Gli utenti sceglieranno le 500 migliori missive, una giuria nominata appositamente decreterà il vincitore.

L’arrivo delle 68mila lettere chieste dalla signora canadese, andrebbero a pareggiare il prezzo di vendita della casa, di 1,13 milioni di euro. A questo servono le quote di iscrizione richieste e, qualora il concorso venisse annullato, promette la signora Wagner, tutti verrebbero rimborsati. Per raggiungere l’obiettivo prefissato, è disposta a modificare la data di scadenza della gara.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.