Mutui verdi al via anche in Italia: quali sono le banche italiane che finanziano

Mutui verdi al via anche in Italia quali sono le banche italiane che finanziano
I mutui verdi al via anche in Italia, sono 9 le banche italiane che concederanno finanziamenti per l’acquisto e la ristrutturazione per migliorare l’efficienza energetica nelle abitazioni

Se ne parla da qualche tempo di mutui verdi al via anche in Italia. Al progetto pilota Energy Efficient Mortgages partecipano molte banche europee e, dunque, anche quelle italiane. Come riporta Il Sole 24 Ore, sono nove le banche italiane che fanno parte del gruppo, che comprende oltre 40 istituti in tutta Europa che finanzieranno le ristrutturazioni e l’acquisto di abitazioni particolarmente attente all’efficienza energetica.

Inoltre, chi sottoscriverà un mutuo green dovrebbe poter contare su alcuni incentivi. Luca Bertalot, segretario generale dell’European Mortgage Federation, ha spiegato che per essere definito come “Energy efficient mortgage”, il finanziamento dovrà garantire un miglioramento dell’efficienza energetica della casa di almeno il 30 per cento.

Le nove banche italiane presenti nel gruppo pilota sono: Banco Bpm, Bnl-Bnp Paribas, Bper Banca, Crédit Agricole-Cariparma, Friulovest Banca, Monte dei Paschi, Société Générale (filiale italiana), UniCredit, Volksbank Alto Adige.

Paolo Foà Eliezer della Corporate & investment banking markets Italy di UniCredit ha sottolineato che i mutui green saranno molto importanti per famiglie ed imprese. Soprattutto per le famiglie italiane sarà più conveniente poiche si potrà contare su un taglio della bolletta energetica ed una casa più confortevole: “Ogni singola banca deciderà poi le forme di finanziamento alle imprese che eseguono i lavori. L’insieme di queste attività potrebbe dare origine a cartolarizzazioni. Resta fondamentale il taglio al 30 per cento dei consumi energetici così come prevede la definizione di mutuo green che è stata stabilita a livello europeo”.

L’anno appena cominciato, dunque, potrebbe essere l’anno dei mutui verdi in Italia ma Foà Eliezer non si sbilancia: “Credo che potrà esserci molta domanda”. Forse l’acquisto non sarà l’obiettivo principale, più probabile è che la parte del leone la faranno le ristrutturazioni. A tal proposito Luciano Chiarelli, Head of Group Secured Funding di UniCredit, precisa: “Bisognerà agire su due filoni, sulle case da ristrutturare e sui nuovi acquisti. La vera sfida saranno i mutui chirografari per i condomini e quindi per le ristrutturazioni delle abitazioni. Lì sarà necessario anche il coinvolgimento delle istituzioni pubbliche. Resta il fatto che oltre al taglio delle bollette, l’efficienza sul fronte consumi impatta pure sul valore dell’immobile che aumenta dopo la ristrutturazione realizzata per il miglioramento della classe energetica”.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.