Bonus demolizione e ricostruzione di edifici: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Bonus demolizione e ricostruzione di edifici i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate
Alcuni chiarimenti sul bonus demolizione e ricostruzione di edifici, l’Agenzia delle Entrate conferma la possibilità di usufruirne se si mantiene la stessa volumetria ma con sagoma diversa

Si ha diritto di usufruire di agevolazioni fiscali nel caso di demolizione e ricostruzione di un edificio. Lo chiarisce l’Agenzia delle Entrate con il parere 131/2018. A riportare i chiarimenti che riguardano la possibilità di usufruire dei bonus casa per interventi di demolizione e ricostruzione di edifici che prevedono una traslazione del fabbricato, di uguale volumetria, ma con variazione di area di sedime è Edilportale.

Nello specifico, l’Agenzia delle Entrate ha fatto sapere che il contribuente aveva chiesto chiarimenti in merito alla possibilità di fruire delle agevolazioni c.d. sisma bonus per interventi di demolizione e ricostruzione di edifici che, in presenza di vincoli, prevedono una traslazione del fabbricato, di uguale volumetria, ma con variazione di area di sedime.

Inoltre, il contribuente, richiamando i chiarimenti forniti con la circolare n. 34 del 2018, riteneva che tali interventi ricadevano nell’ambito della ristrutturazione edilizia e, pertanto, essendo traslazioni regolamentate/obbligate dal rispetto di vincolo o delocalizzazioni a seguito di eventi calamitosi, riteneva di poter fruire dellle agevolazioni fiscali.

L’Agenzia delle Entrate ha specificato che demolire e ricostruire un edificio con la stessa volumetria consente l’accesso a tutte le agevolazioni per la casa previste, si parla dunque di sismabonus, ecobonus e bonus ristrutturazione, a condizione che nel permesso di costruire che autorizza i lavori sia specificato che si tratta di intervento di ristrutturazione senza aumento di volumetria e che quindi l’opera consista in un intervento di ‘conservazione del patrimonio edilizio esistente’ e non in un intervento di nuova costruzione.

L’Agenzia delle Entrate, inoltre, ha chiarito che poiché la nozione di sagoma edilizia è intimamente legata all’area di sedime del fabbricato, la detrazione spetta anche se l’intervento di ristrutturazione consistente nella demolizione e ricostruzione comporti anche lo spostamento di lieve entità rispetto al sedime originario.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.