Mercato immobiliare di Londra: cresce la domanda di immobili in centro

Mercato immobiliare di Londra cresce la domanda di immobili in centro
Sul mercato immobiliare di Londra il secondo semestre del 2018 ha registrato un forte aumento della domanda di immobili centrali, il report di Knight Frank

Il mercato immoiliare di Londra è in forte crescita, ad aumentare è soprattutto la domanda di immobili centrali nel centro della città in relazione alla nuova offerta. Questo è quanto emerge dall’ultimo report di Knight Frank.

Secondo quanto segnalato, il numero di nuovi potenziali acquirenti è aumentato dell’8 per cento da novembre a gennaio 2017, nonostante un calo del volume delle vendite nel corso dell’anno appena terminato.

Nel secondo semestre del 2018, il mercato immobiliare di Londra da oltre 20 milioni di sterline è aumentato, trainato dalla recente debolezza della sterlina. I rendimenti medi lordi offerti dal mercato delle locazioni del centro di Londra hanno registrato un incremento nel corso del 2018, raggiungendo il 3,5 per cento a dicembre, valore più alto registrato da aprile 2012. Questo è il risultato dell’aumento degli affitti e della pressione al ribasso sui prezzi.

Le nuove locazione, a novembre, sono aumentate del 12,3 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Tuttavia, in seguito a recenti cambiamenti fiscali, i proprietari tendono a vendere i loro immobili piuttosto che cederli in locazione, causando un calo dell’offerta ed un rialzo sui valori locativi. Si ritiene che questa tendenza abbia un impatto, con il 12 per cento in meno di nuove inserzioni nell’anno fino a novembre 2018 rispetto al periodo precedente di 12 mesi.

Un’altra recente ricerca di Knight Frank, che riguardava gli investitori interessati ad immobili in Gran Bretagna, ha evidenziato che il 21,1 per cento di essi l’ha scelta, un dato sorprendente, se si pensa che nel 2017 la quota si fermava all’11,9 per cento. In particolare, nel terzo trimestre, il 40 per cento di tutti gli investimenti in centro a Londra è stato di operatori europei.

Le previsioni per l’anno appena iniziato parlano di una stabilità della domanda degli investitori nel 2019. La maggior parte degli operatori ritiene che non vi saranno sostanziali cambiamenti, mentre i restanti si dividono fra chi prevede un leggero rallentamento della domanda e chi invece presume un rafforzamento del mercato.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.