Mercato residenziale Milano ed hinterland: veloce in città, lento Monza e Brianza

Mercato residenziale Milano ed hinterland veloce in città, lento Monza e Brianza
Il mercato residenziale Milano ed hinterland va a due velocità, nel capoluogo lombardo si vola, l’hinteland migliora ma più lentamente

Migliora la fiducia nel mattone a Milano ed hinterland, nel secondo quadrimestre dell’anno che sta ormai per concludersi, secondo i dati FIMAA Milano, Monza e Brianza, l’Associazione degli agenti immobiliari e d’intermediazione aderente alla Confcommercio milanese, le compravendite sono aumentate del 3,3 per cento rispetto al primo quadrimestre e del 15,7 per cento sui tre anni; più contenuti i miglioramenti nell’hinterland (+ 0,5 per cento sul primo quadrimestre 2018 e + 3,1 rispetto a tre anni fa).

Per Milano ed area metropolitana gli agenti immobiliari FIMAA guardano con fiducia al futuro e segnalano una crescita delle compravendite anche nell’hinterland seppure più contenuta. L’incremento dei prezzi di vendita riguarda Milano città, mentre nei Comuni dell’area metropolitana milanese l’ottimismo è dato dalla ripresa dell’attività di intermediazione.Lo sconto applicato in fase di trattativa si assottiglia e si attesta tra il 5 ed il 10 per cento.

A Milano città le tipologie più richieste sono il bilocale ed il trilocale; rispetto al passato risultano in crescita anche gli scambi di appartamenti più grandi (pentalocali). Le stesse tipologie sono molto richieste anche nell’hinterland, dove vanno bene anche i quadrilocali. Forte anche la domanda di abitazioni in affitto, ma i prodotti offerti non sempre rispondono alle esigenze delle richieste.

Enzo Albanese, presidente di FIMAA Milano Monza & Brianza (e vicepresidente di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza per pianificazione territoriale e urbanistica), ha commentato: “Milano città metropolitana registra sul fronte residenziale un grande fermento, sia in ambito di compravendite sia di investimento. Un dinamismo dovuto Principalmente a tre aspetti e tre differenti domande residenziali milanesi che stanno acquistando per uso diretto (un mercato molto ricco se si considera che Milano produce il 3,5 per cento del Pil contro lo 0,9 per cento del livello nazionale), italiani che investono principalmente per una casa ai figli studenti (anche in un’ottica di futuro lavoro in città) e soggetti internazionali che mostrano grande interesse per l’acquisto di un’abitazione in cui vivere”.

Ed aggiunge: “Il ruolo degli operatori internazionali si sta affermando sempre di più anche nell’ambito dell’investimento nel residenziale, divenuto a tutti gli effetti una vera e propria alternativa asset class: le residenze tematiche (multifamily, student housing, senior living, residenziale con servizi, Rsa), l’affitto breve a uso turistico o ricettivo business, le formule di co-living fino ad ora quasi escl

Il mercato immobiliare residenziale di Monza e Brianza, cala del 2,9 per cento rispetto al primo quadrimestre e 3,9 per cento in confronto ad un anno fa. Rallenta la domanda ed aumenta l’offerta di abitazioni anche se i prezzi mostrano una tenuta e, in alcuni casi, perfino una crescita. A Monza e Brianza gli appartamenti più richiesti sono il trilocale e il quadrilocale, poco richiesti monolocali e pentalocali. La domanda di affitto si rafforza rispetto ai 12 mesi precedenti con un aumento di scambi e canoni.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.