Immobiliare turistico in montagna in Piemonte: prezzi giù, buona la domanda

Immobiliare turistico in montagna in Piemonte prezzi giù, buona la domanda
Il mercato immobiliare turistico in montagna in Piemonte registra una diminuzione dei prezzi ed una buona offerta nei centri più piccoli

Il mercato immobiliare turistico in Piemonte registra una discreta diminuzione dei prezzi soprattutto nei comuni più piccoli. In alcuni poi si segnala un aumento dell’offerta abitativa che ha portato ad una stabilizzazione dei prezzi.

A Cesana il clima è piacevole durante l’estate ed è animata tutto l’anno, numerose le attività svolte durante il periodo estivo. La domanda è per bilocali e trilocali con giardino. Si compravendono appartamenti usati, costruiti tra gli anni ’70 e gli anni ’80 con valori medi di 2400 euro al mq. Nuove costruzioni si trovano in zona semicentrale (sulla strada per Sestriere/Sansicario): case costruite in pietra e legno, ad alta efficienza energetica, si valutano 2800-3200 euro al mq. Forte la richiesta di questa tipologia di immobili perché consentono di ridurre le spese condominiali, aspetto ben ponderato soprattutto se si tratta di investimento.

Altra località apprezzata d’estate è Bardonecchia dove c’è un discreto movimento sulla seconda casa anche se con una disponibilità di spesa inferiore (fino a 200 mila eur per un appartamento da 70-90 mq). A Bardonecchia gli acquirenti arrivano prevalentemente dall’hinterland milanese e torinese grazie agli ottimi collegamenti della località con Milano e Torino. Piacciono maggiormente le abitazioni situate nelle zone centrali e semicentrali piuttosto che nelle borgate meno servite. In centro una soluzione usata costa mediamente 2300 euro al mq mentre una di nuova costruzione 4000 euro al mq.

Altra zona richiesta e apprezzata è quella di Campo Smith- Campo Principe che sorge nei pressi degli impianti di risalita e offre abitazioni di nuova costruzione. Al momento, in centro città, ci sono solo ristrutturazioni acquistabili a 6000 euro al mq. I valori immobiliari ad Oulx sono stabili. Si registra una ripresa della domanda immobiliare ed un lieve incremento della disponibilità di spesa da parte dei potenziali acquirenti che oggi si inserisce, per un bilocale, nella fascia da 60 a 100 mila euro. In aumento la domanda di immobili da mettere a reddito in seguito all’instabilità della situazione del mercato finanziario.

Negli ultimi tempi si sta apprezzando la località Savoulx con costruzioni in stile montano, acquistabili a 3000 euro al mq. Ci sono tipiche case in legno e pietra a 2800-3000 euro al mq. Si segnala, da quest’estate, una ripresa della domanda di abitazioni per la stagione sciistica invernale da parte di coloro che risiedono nella provincia di Torino. Per un bilocale di 4 posti letto si spendono mediamente 1500-2000 euro a stagione mentre nella settimana di Natale e Capodanno siamo intorno a 600 euro a settimana.

A Sauze d’Oulx le quotazioni sono in ribasso del 5,2 per cento a causa di un’abbondante offerta che si registra sul territorio. Infatti, numerose abitazioni non usate da tempo sono immesse sul mercato a causa delle eccessive spese di manutenzione. Sono stati fatti anche degli interventi di recupero di vecchie baite nel borgo storico: prezzi medi di 3500-4000 al mq. La domanda di casa vacanza si orienta verso bilocali e trilocali su cui investire da 150 a 200 mila euro. I potenziali acquirenti difficilmente spendono più di 200 mila euro. Tra le località scelte da chi acquista la casa vacanza ci sono Richardette (1500-2000 euro al mq per un buon usato), Grand Villard e Jovenceaux (valori medi per le soluzioni ristrutturate di 2400 -2500 euro al mq).

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.