Salvaguardare il comparto immobiliare: l’allarme di Confedilizia a Luigi Di Maio

Salvaguardare il comparto immobiliare l’allarme di Confedilizia a Luigi Di Maio
Bisogna salvaguardare il comparto immobiliare, così lancia l’allarme Confedilizia in occasione dell’intervento alla riunione indetta dal Vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio presso il Ministero dello Sviluppo Economico

Giorgio Spaziani Testa, Presidente di Confedilizia, è intervenuto al tavolo indetto dal Vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio tenutosi presso il Ministero dello Sviluppo Economico, sottolineando la rilevanza di risolvere con urgenza le numerose difficoltà che attualmente gravano sul comparto immobiliare, con particolare riferimento alle imprese del settore.

In una nota si spiega che l’intervento di Confedilizia ha evidenziato come il decreto legislativo di recepimento della direttiva europea Atad, nel limitare la possibilità di deduzione fiscale degli interessi passivi relativi a finanziamenti ipotecari su immobili destinati alla locazione, danneggi significativamente le società immobiliari.

E’ stato inoltre affrontato il problema delle detrazioni fiscali per interventi sugli immobili, in particolare si parla di ristrutturazioni, Ecobonus e Sismabonus. Da un lato è stata segnalata l’opportunità di una loro stabilizzazione (o, al minimo, di un’estensione triennale per tutte le tipologie in essere) e, dall’altro, è stata manifestata l’esigenza dell’applicabilità di alcune di esse, ora escluse, anche alle società di gestione di patrimoni residenziali destinati alla locazione.

Per quanto riguarda la cedolare secca sui redditi derivanti dalla locazione di negozi, è stata sottolineata l’esigenza di rafforzare la previsione presente nel disegno di legge di bilancio, disponendo che il nuovo regime tributario si applichi ai contratti stipulati a partire dal 2019 e non, come previsto nel testo approvato dalla Camera, ai soli contratti sottoscritti nel 2019.

Unitamente ad altre organizzazioni presenti alla riunione, inoltre Confedilizia ha espresso forte preoccupazione per il mancato rinnovo del blocco degli aumenti dei tributi locali, quali Imu, Tasi e addizionali Irpef.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.