Acquistare un seminterrato abitabile: quali sono i requisiti di abitabilità

Acquistare un seminterrato abitabile quali sono i requisiti di abitabilità
Perchè acquistare un seminterrato abitabile, quali sono i vantaggi, i requisiti di abitabilità

I prezzi delle case sono ancora abbastanza elevati anche se il trend è tuttora al ribasso. Una soluzione potrebbe essere acquistare un seminterrato abitabile, sicuramente più economico rispetto ad un’abitazione ai piani alti.

L’idea potrebbe funzionare anche per chi ha qualche risparmio da investire. Tuttavia, il seminterrato abitabile non è ancora considerato dagli italiani come una soluzione abitativa ideale, al contrario di quanto accade da lungo tempo in molti Paesi europei. Una guida completa degli esperti di LikeCasa.it spiega come ci si deve muovere per acquistare un seminterrato abitabile e cosa dice la legge a proposito dell’abitabilità.

Il seminterrato è sempre stato strettamente collegato all’idea di una cantina anche da parte della legislatura. Le cose stanno cambiando e, se si rispettano determinate condizioni, si superano i problemi di poca lumminosità o ambiente malsano. Il proposito è di favorire lo sviluppo in verticale delle abitazioni, risparmiando spazio in senso orizzontale e promuovere un’edilizia a costo più ridotto

Il vantaggio di un seminterrato abitabile è l’indipendenza, spesso ha un ingresso indipendente e l’accesso diretto verso l’esterno. Inoltre, i prezzi sono vantaggiosi, a parità di metratura si può spendere anche il 70 per cento di meno rispetto ad una soluzione abitativa di altro tipo. Gli svantaggi, invece, consistono nella scarsa luminosità rispetto agli appartamenti più in alto che costano di più ma possono contare su una migliore esposizione alla luce. Inoltre, sono più umidi a causa della vicinanza al suolo, anche in presenza di isolamento di buona qualità, può essere difficile abitarvi ma con un buona qualità dei materiali impiegati e con una progettazione adeguata i problemi si risolvono.

Gli esperti spiegano che più si è vicini al suolo più è probabile entrare in contatto con il radon, un gas radioattivo che è la prima causa di tumore ai polmoni per i non fumatori. Il pericolo è concreto, ma l’utilizzo di materiali adeguati può ridurre grandemente con la depressurizzazione del terreno, l’areazione frequente degli ambienti (importante non solo per il radon), la bonifica non costa più di 3.000 euro.

I requisiti che determinano l’abitabilità del seminterrato sono stabiliti dal Testo Unico Edilizia, D.P.R. 380/2001, che fa riferimento non allo specifico dell’abitabilità dei seminterrati, ma in via generale per ogni immobile destinato ad abitazione:

  • la dimensione minima è di 28 mq per persona nel caso di monolocale per singola persona;
  • la dimensione minima è di 38 mq in totale per i monolocali di 2 persone;
  • il rapporto aeroilluminante è di almeno 1/8 della superficie calpestabile; il rapporto può cambiare in regioni che abbiano integrato regolamenti diversi da quelli vigenti sul territorio nazionale. Il calcolo è relativamente complicato e comporta la combinazione dell’area delle stanze, l’altezza è l’area occupata dalle finestre, meglio rivolgersi ad uno specialista;
  • le camere da letto devono essere minimo di 9 mq in caso di camera singola e almeno 14 mq per le camere doppie;tutti gli impianti devono essere conformi alle norme di legge;
  • si deve rispettare la legislazione vigente in termini di isolamento acustico.

Può essere conveniente acquistare un seminterrato abitabile da mettere a reddito, soprattutto se si pensa ad una grande città. Sicuramente si investono capitali meno importanti ma, volendo metterlo a reddito, bisogna valutare che le rendite meno sostanziose. Un seminterrato si può affittare a prezzi molto più bassi rispetto a quelli che si possono richiedere per un appartamento ai piani più alti.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.