Disponibilità di spesa per acquistare casa: aumentano gli investitori

Disponibilità di spesa per acquistare casa aumentano gli investitori
La disponibilità di spesa per acquistare casa è aumentata, gli italiani spendono di più nel mattone, si acquista l’abitazione principale ma si investe anche in immobili da mettere a reddito soprattutto nel settore turistico

Gli italiani credono ancora nel mattone, nonostante i tempi che corrono non siano del tutto tranquillizzanti, forte è l’insicurezza politica ed economica del Paese. Tuttavia, l’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha voluto indagare sulla disponibilità di spesa degli italiani per comprare casa.

Stando ai dati, è cresciuta la fascia di spesa che è arrivata fino a 169 mila euro. E’ ciò che l’analisi ha riscontrato nelle grandi città a luglio dell’anno in corso. Rispetto a gennaio, aumenta infatti la percentuale di acquirenti che decide di spendere per l’abitazione fino a 169 mila euro.

Il più facile accesso al mercato del credito, le varie ed interessanti proprospe bancarie e la tendenza al calo di prezzi delle abitazioni ha incoraggiato l’acquisto dell’immobile per un uso personale, ma anche gli investitori si sono fatti sentire sempre di più interessandosi a piccoli o grandi tagli da mettere a reddito, anche in considerazione del fatto che la domanda di alloggi in locazione sta crescendo su tutto il territorio nazionale dettata spesso da esigenze di tipo turistico.

L’Ufficio Studi, grazie alla capillarità delle agenzie affiliate Tecnocasa e Tecnorete presenti sul territorio nazionale, ha monitorato l’indice di disponibilità di spesa in 19 regioni.

Nello specifico, nelle grandi città, si decide di spendere per l’abitazione fino a 119 mila euro nel 27,3 per cento dei casi, percentuale che scende al 24,5 per cento per importi fino a 169 mila euro, da 170 a 249 mila euro il 21,5 per cento. Mano a mano che si alza la disponibilità di spesa, si abbassa la percentuale degli acquirenti, così, il 15,1 per cento acquista immobili tra 250 a 349 mila euro, acquista immobili con valori superiori a 629 mila euro solo l’1,5 per cento degli acquirenti.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.