Proposta di acquisto condizionata alla concessione del mutuo: come funziona

Proposta di acquisto condizionata alla concessione del mutuo come funziona
La proposta di acquisto condizionata alla concessione del mutuo consente di acquistare un immobile subordinandolo all’ottenimento del finanziamento

Succede nella maggior parte dei casi che si voglia acquistare una casa e ci si rivolga ad un’agenzia immobiliare. Una volta scelta la casa, però, bisogna impegnarsi a versare un acconto per confermare l’intenzione all’acquisto.

L’inconveniente è che, dovendo chiedere un mutuo e non essendo certi della conclusione positiva, si corre il rischio di perdere quanto versato. Esiste tuttavia la possibilità di fare una proposta di acquisto condizionata, anche detta proposta acquisto immobiliare condizionata. Sostanzialmente, spiega LikeCasa.it, è una dichiarazione scritta con la quale l’acquirente dichiara di voler acquistare il bene immobiliare ad un determinato prezzo. Di solito, se la trattativa avviene tramite un’agenzia immobiliare, viene fornito un modulo prestampato da compilare, alla proposta segue il versamento a titolo di caparra. Nulla vieta di farlo anche se la trattativa avviene tra privati.

La proposta di acquisto condizionata prevede una clausola sospensiva. Nel documento viene chiaramente indicata una clausola che spesso è legata all’ottenimento di un mutuo necessario per acquistare l’immobile. Secondo la legge, se non viene rispettata la clausola indicata nella proposta di acquisto condizionata al mutuo, vale a dire se il mutuo non viene concesso, il contratto preliminare deve essere risolto con l’obbligo della restituzione della caparra versata e, se l’acquisto dell’immobile è gestito da un’agenzia immobiliare, l’agente non matura il diritto alla provvigione.

La differenza con una tradizionale proposta di acquisto immobiliare, cioè senza alcuna clausola sospensiva. Il cliente che firma questo tipo di proposta immobiliare si impegna in maniera vincolante, mentre il venditore è libero di valutare anche altre proposte di acquisto in contemporanea, prima di scegliere quella che reputa più convincente. In questo caso, la somma versata a titolo di caparra rimane bloccata fino alla scadenza della proposta di acquisto.

E’ importate ricordare che nella proposta di acquisto condizionata al mutuo, va indicata anche la data di scadenza del vincolo poiché il venditore non può aspettare per lunghissimo tempo l’esito della pratica, ma aspetterà fino alla scadenza del vincolo specificato. Una volta che l’acquirente ha ottenuto il finanziamento, deve fare una dichiarazione in cui indica che l’istituto erogante l’ha deliberato e, a questo punto, la proposta risulta libera dal vincolo. In questo caso, anche l’agenzia ha diritto alle provvigioni perché l’affare è considerato concluso positivamente.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.