Consolidamento dei debiti: quando e se è possibile unire due mutui

Consolidamento dei debiti quando e se è possibile unire due mutui
Il consolidamento dei debiti per acquistare casa, ristrutturare, la possibilità di unire due mutui

Avere due mutui non è possibile ma, a volte, si ricorre al mutuo per acquistare la casa ed ad un ulteriore finanziamento per ristrutturarla. Avendo aperti uno o più finanziamenti, si può decidere di ricorrere al consolidamento dei debiti, vale a dire la possibilità di riunire tutto in un unico finanziamento. In pratica, quando le rate mensili sono consistenti, la procedura consente di unire i diversi finanziamenti, spalmandoli nel tempo, e di ottenere una sola rata di importo sostenibile.

Il mutuo che ottiene maggior incentivi è quello per acquistare la prima casa. Le banche offrono di solito un capitale che non supera l’80 per cento del prezzo della casa e iscrivono sull’immobile un’ipoteca di primo grado. Le agevolazioni fiscali consistono nella detrazione degli interessi passivi dall’IRPEF di anno in anno. Per il secondo mutuo, invece, è esente da qualsiasi sconto fiscale. Per poter ottenere i benefici fiscali bisognerà estinguere il primo mutuo.

A livello economico il secondo mutuo viene concesso per importi minori calcolati in base alle garanzie residue fornite dal mutuatario.
Il consolidamento dei debiti viene richiesto ad un unico istituto finanziario che ridefinisce le condizioni contrattuali dei due mutui. Se il secondo mutuo è stato stipulato presso un’altra banca, quest’ultima cederà il suo credito all’istituto che concederà il consolidamento il quale diventerà unico soggetto creditore del mutuante. La conseguenza immediata sarà la presenza di un’unica ipoteca di primo grado sull’immobile oggetto del mutuo ed il debitore avrà la possibilità di ridefinire il piano di rientro dei suoi debiti a condizioni favorevoli.

Con il consolidamento dei debiti, i precedenti mutui saranno da considerarsi estinti, pertanto, resterà un unico finanziamento. Il piano di rientro prevederà una sola rata di importo minore rispetto alla somma delle rate mensili dei due mutui ed il piano di ammortamento sarà prolungato di qualche anno. Potrebbero essere applicati tassi di interesse leggermente superiori, ma sicuramente meno onerosi per l’estinzione del debito.

In linea generale, il consolidamento dei debiti viene richiesto quando non si riescono più ad affrontare economicamente le rate mensili dei vari finanziamenti, rischiando di diventare inadempienti e le conseguenti probabilità di ricevere ingiunzioni di pagamento e procedimenti davanti al giudice, con il concreto rischio di essere iscritti nei registri dei cattivi pagatori, oltre al diritto della banca di rivalersi sulla vendita dell’immobile oggetto della garanzia.

Gli svantaggi riguardano i tempi di rientro che si allungano e la perdita di quanto è stato pagato come oneri accessori. In altre parole, le spese pagate in precedenza con la stipula dei due mutui non possono essere recuperate e non è possibile beneficiare delle agevolazioni fiscali sugli interessi passivi che sono detraibili solo se si tratta dell’acquisto o della ristrutturazione della prima casa.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.