Esecuzioni immobiliari più veloci in Italia: Trieste il tribunale più virtuoso

Esecuzioni immobiliari più veloci in Italia Trieste il tribunale più virtuoso
Le esecuzioni immobiliari più veloci in Italia emergono dallo studio Associazione Tsei, il Tribunale più virtuoso è quello di Trieste, Locri il più lento a

L’Italia si avvicina alla media europea, almeno per quanto riguarda il settore delle esecuzioni immobiliari con tempi che si riducono, su tutto il territorio nazionale, di 40 giorni rispetto al 2016 e, di conseguenza, aumenta il numero di fascicoli chiusi.

A rivelare la sorprendente notizia è lo “Studio dei tempi dei tribunali italiani in materia di procedure esecutive individuali” realizzato dall’Associazione T.S.E.I. (Tavolo di Studio sulle Esecuzioni Italiane), la cui seconda edizione e stata presentata alla Camera del Senato.

Lo studio, basato sui dati di 140 tribunali italiani presenti sul Portale dei Servizi Telematici del Ministero della Giustizia, ha evidenziato che lo scorso anno sono state concluse oltre 64.000 esecuzioni immobiliari, che significa una crescita dell’11,3 per cento rispetto al 2016. In buona sostanza, è accertato il recupero dell’arretrato ed il miglioramento della produttività degli uffici giudiziari. Per la prima volta, i fascicoli definiti hanno superato di circa 4mila unità quelli iscritti.

La durata media nazionale dell’intera procedura è passata dai 5,11 anni del 2016 ai 5 anni dello scorso anno. Il Tribunale più virtuso è quello di Trieste, con una durata media di 1,62 anni, seguito da Napoli Nord (1,69 anni), Ferrara (2,28 anni), Aosta (2,38 anni) e Bolzano (2,41 anni). Nel 2016 il più virtuoso era stato il tribunale di Napoli Nord (1,33 anni), seguito da Trieste (1,76 anni), Bolzano (2 anni), Roma (2,57 anni) e Ferrara (2,62 anni).

Lo scorso anno, i tempi più lunghi si sono riscontrati a Locri (RC) con 16,73 anni), seguito da Castrovillari (CS) con 10,88 anni, Fermo (10,44 anni), Cosenza (10,28) e Caltagirone (CT) con 10,20 anni. L’anno precedente, invece, il tribunale meno efficiente era stato quello di Potenza (11,82 anni), seguito da Castrovillari (11,65 anni), Locri (11,63 anni), Barcellona Pozzo di Gotto in provincia di Messina (11,19 anni) e Paola (CS) con 10,16 anni.

Nei primi sei mesi dell’anno in corso, è stata chiusa la metà dei fascicoli con una durata media annua esattamente uguale a quella dello scorso anno, a conferma del trend dell’anno precedente.

I cinque tribunali più virtuosi del semestre sono Bolzano (1,5 anni), Trieste (1,69), Ferrara (1,94), Lodi (2,13) e Gorizia (2,17), tutti con una durata media inferiore rispetto ai tribunali più efficienti dello scorso anno. Ultimi in classifica Palmi (13,41), Locri (12,66), Palermo (12,61), Matera (10,93) e Patti in provincia di Messina (10,70).

Stefano Scopigli, presidente dell’Associazione T.S.E.I., ha commentato: “L’obiettivo di questo studio è quello di offrire chiavi di lettura per analizzare il settore. Con le ultime modifiche legislative, stiamo assistendo a una significativa accelerazione dei tempi e a un miglioramento delle procedure che stanno avvicinando sempre di più il nostro Paese alle medie europee; lo dimostrano i dati del primo semestre di quest’anno, in base ai quali i tempi dei primi tre tribunali in classifica sono inferiori ai due anni. Ulteriori elementi positivi si potranno riscontrare quando gli effetti della ripresa economica incideranno anche sul valore degli immobili e non solo sul numero delle compravendite”.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.