Prezzi case vacanza in calo e compravendite in crescita: i dati Fimaa-Confcommercio

Prezzi case vacanza in calo e compravendite in crescita i dati Fimaa-Confcommercio
I prezzi case vacanza in calo e compravendite in crescita è quanto emerge dall’Osseratorio immobiliare turistico Fimaa Confcommercio

I prezzi delle case vacanza registrano un calo su tutto il territorio nazionale, e le transazioni aumentano. Questo è quanto emerge sul mercato delle seconde case dall’Osservatorio immobiliare turistico di Fimaa – Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari, aderente a Confcommercio-Imprese per l’Italia – e Nomisma, appena presentato a Cortina (Belluno) nell’ambito dell’iniziativa Re-Evolution – l’evoluzione dell’agente immobiliare.

Alla preentazione era presente, oltre al presidente nazionale Fimaa-Confcommercio Santino Taverna, il sindaco di Cortina Gianpietro Ghedina, il presidente Fimaa-Confcommercio Veneto Serafino Magistro, ed il presidente di Confcommercio Belluno Paolo Doglioni.

A livello nazionale, la flessione media dei prezzi delle abitazioni turisticheè pari al -2,5 per cento, e nel Veneto del -2 per cento rispetto all’anno precedente, in linea con la variazione registrata lo scorso anno, con un aumento delle compravendite di circa il 3,5 per cento.

Cortina si posiziona al sesto posto nella classifica nazionale assoluta dei prezzi massimi di appartamenti top o nuovi con 10.800 euro al metro quadro; nelle località di montagna la perla delle Dolomiti si aggiudica la terza posizione, dopo Madonna di Campiglio e Courmayeur.

Nella graduatoria veneta, invece, a Cortina spetta il gradino più alto del podio, mentre per quanto riguarda le spiagge è Jesolo (Venezia) a primeggiare, con 4.200 euro al metro quadro di prezzo massimo per appartamenti top o nuovi, tallonata da Albarella (Rovigo) con i suoi 4.100 euro al metro quadro per la stessa tipologia di casa-vacanza.

Sono invece in discesa (-0,5 per cento) i prezzi delle abitazioni nelle località di mare, fa eccezione Rosolina Mare (Rovigo), dove rispetto allo scorso anno i prezzi medi risultano in lieve rialzo (+2,2 per cento). Il prezzo massimo per case top o nuove a Rosolina è di 3.200 euro al metro quadro.

Santino Taverna, presidente nazionale Fimaa-Confcommercio, ha comentato: “Nonostante l’Italia si confermi tra i Paesi più attrattivi del mondo, il comparto del turismo non è tuttora in grado di esprimere tutte le proprie potenzialità. Le performance potrebbero essere decisamente migliori se ci fossero maggiori attenzioni da parte della politica. Siamo disponibili a fornire il nostro know-how”.

Massimo Zanon, presidente di Confcommercio Veneto: “Questo è ancora un buon momento per comprare. Ma sotto il profilo dei prezzi siamo ancora lontanissimi dal regime pre-crisi. Occorrono misure di sostegno per il settore immobiliare turistico, a cominciare dal contrasto all’abusivismo per evitare fenomeni di concorrenza distorta”.

Serafino Magistro, Fimaa-Confcommercio Veneto, ha suggerito 5 punti di intervento: ridurre il carico fiscale sugli immobili, rendere deducibile l’imposizione fiscale per gli immobili strumentali, introdurre la cedolare secca per gli immobili strumentali, scongiurare l’applicazione delle clausole di salvaguardia (riferite all’aumento dell’Iva) per il 2019 e contrastare l’abusivismo.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.