Stock mutui nel primo trimestre al massimo dal 2011: l’analisi Tecnocasa

Stock mutui nel primo trimestre al massimo dal 2011 l’analisi Tecnocasa
Lo stock mutui nel primo trimestre al massimo dal 2011, aumentano i finanziamenti per l’acquisto di un’abitazione, l’analisi della Tecnocasa sulla base dei dati della Banca d’Italia

Superata la metà dell’anno, è epoca di bilanci. Numerose le analisi che riguardano il mercato immobiliare e quello del credito. Fra queste, anche quella dell’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa che ha analizzato gli ultimi dati di Banca d’Italia relativi allo stock di mutui in essere concessi alle famiglie italiane per l’acquisto dell’abitazione.

Tracciando il trend storico è emerso che nel primo trimestre dell’anno in corso si registra uno stock di mutui in essere pari a 314.971 milioni di euro. Questo significa una crescita sia rispetto al trimestre precedente (+0,46 per cento) sia in relazione allo stesso periodo dell’anno scorso (+2,5 per cento). Il dato consolida la crescita del monte finanziamenti in corso dal 2014; è stato raggiunto il valore più alto di sempre (nel 2011 lo stock mutui cubava 313.864 milioni di euro).

Si evidenzia anche che a seguito delle dinamiche di erogazioni dell’ultimo triennio la composizione è in buona parte di finanziamenti a tasso fisso, il che presuppone un minor rischio in capo agli istituti eroganti e di conseguenza una migliore offerta per i nuovi futuri richiedenti. Si delinea quindi uno scenario favorevole al proseguimento della crescita nei prossimi trimestri.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.