Immobiliare a Matera capitale della cultura 2019: la passione per i Sassi

Immobiliare a Matera capitale della cultura 2019 la passione per i Sassi
Il mercato immobiliare a Matera capitale della cultura 2019 è dinamico, molto richiesti i Sassi da ristrutturare

Gli italiani possono andare fieri di questo Paese che offre non poche ricchezze naturali e suggestice, anche se non sempre apprezzate. Fra queste meraviglie, anche Matera, la città dei Sassi. Già Patrimonio dell’Umanità, nel 199, è stata insignita “Capitale Europea della cultura 2019”.

Matera inizia a rinascere nei primi anni ‘90, grazie al riconoscimento dell’Unesco ed alla legge n. 771 del 1986. La città dei Sassi si dota di infrastrutture e servizi, si ristrutturano immobili e si restaurano monumenti e chiese. La riqualificazione convince i materani a torane a vivere ed attira molti turisti. Matera ha destato interesse da tutto il mondo, anche di importanti registi.

L’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha raccontato del mercato immobiliare di Materia, evidenziando che nella prima parte dell’anno è stato discretamente dinamico. Alto l’interesse per l’acquisto dei famosi Sassi che comporta sempre degli interventi di ristrutturazione rispettosi di norme che preservino la natura dei luoghi. Si parla infatti di restauro conservativo. In genere, si lascia intatta soltanto la struttura esterna, mentre si recuperano pavimentazione, impiantistica, infissi interni ed esterni. I costi da sostenere riguardano il materiale che si utilizza (tufo, cotto) e manodopera altamente specializzata.

Una soluzione da ristrutturare costa 1500-2000 euro al mq. I costi di ristrutturazione variano da 1000 a 1500 euro al mq. Le soluzioni rinnovate valgono da 3000 a 4000 euro al mq, punta che si raggiunge per le soluzioni che affacciano sulla Gravina. Le metrature variano da 50 a 250 mq.

Iil mercato più dinamico è a ridosso dei Sassi, fuori dal borgo antico. Si acquista la prima casa ma non mancano gli investitori che comprano immobili da mettere a reddito affittandoli a studenti universitari. Per tipologie di 140-150 mq si spendono 200 mila euri e si affittano a 1000-1200 euro al mese. Leggera contrazione per gli acquisti con finalità turistica.

Per la prima casa si preferiscono trilocali e quattro locali che si trovano a ridosso dei Sassi (via Roma, via Nazionale, via XX settembre, via Piave) che offrono immobili degli anni ’50 che si scambiano a prezzi medi di 2000-2500 euro al mq. Una delle zone maggiormente apprezzate è quella situata a Nord che registra prezzi medi di 1800-2000 euro al mq, mentre il nuovo in edilizia cooperativa si aggira intorno a 2000 euro al mq. Il nuovo da privato costa 2200 euro al mq e tra le aree interessate c’è quella che si sviluppa intorno a via del Cardo. Per un buon usato in zona Sud si spendono 1500 euro al mq, prezzi inferiori a causa della bassa presenza di servizi. Per una soluzione singola in frazione “La Martella” la quotazione media è di 1500 euro al mq.
 

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.