Mercato immobiliare negli Stati Uniti: gli investitori non temono gli alti tassi sui mutui

Mercato immobiliare negli Stati Uniti gli investitori non temono gli alti tassi sui mutui
Il mercato immobiliare negli Stati Uniti è florido, aumentano i prezzi delle case, si alzano i tassi sui mutui ma investitori e compratori non si tirano indietro

Il mercato immobiliare negli Stati Uniti sta registrando una crescita molto importante nonostante lo scorso mese di maggio i prezzi del residenziale siano aumentati del +7,8 per cento su base annua.

A rivelare l’andamento positivo del mercato immobiliare a stelle e strisce è l’ultimo Housing Report condotto da Re/Max che ha evidenziato anche una sensibile riduzione dei tempi di vendita di un immobile. A facilitare il trend, emerge dallo studio, sarebbe il rapporto tra la bassa qualità offerta ed una domanda molto alta.

Inoltre, i tassi di interesse applicati sui mutui sono decisamente molto più alti rispetto agli anni passati, una condizione che dovrebbe scoraggiare ma che, al contrario, non sembra sconvolgere più di tanto n+ investitori nè tantomeno acquirenti che continuano a vivacizzare il mercato statunitense.

Secondo quanto rivela il rapporto Re/Max, la quota delle residenze vendute a maggio dell’anno in corso ha superato del 14,6 per cento quella delle case che erano state vendute ad aprile. Il prezzo medio per l’acquisto di un immobile è in crescita del 7,8 per cento, che significa una spesa di circa 215mila euro o poco più.

La scarsa offerta di immobili, ha portato all’aumento a doppia cifra dei prezzi medi in 11 aree degli Stati Uniti. Chi cerca una casa, pertanto, entra in aperta competizione con altri acquirenti e lancia offerte al rialzo. Nelle 54 aree analizzate da Re/Max gli immobili venduti, in media, hanno registrato una crescita del +14,5 per cento rispetto al mese di aprile, con un’offerta di abitazioni in vendita contratta del 6 per cento ; i mercati più complessi sul fronte delle opportunità sono quelli nella parte ovest del Paese e, in particolare San Francisco, Boise, Denver e Seattle.

Add Comment