Turistico mare Lazio Estate 2018: prezzi in ribasso del 3 per cento

Turistico mare Lazio Estate 2018 prezzi in ribasso del 3 per cento
Il mercato immobiliare turistico mare Lazio Estate 2018 registra un calo dei prezzi del 3 per cento

Secondo l’analisi del mercato turistico italiano in centro e sud Italia realizzata dall’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa, le località di mare del Lazio hanno registrato un ribasso del 3 per cento nella seconda parte dello scorso anno.

I valori di Gaeta sono stabili. La domanda è in crescita ed aumenta il numero di compravendite sia di prima casa sia di casa vacanza. La maggior parte dei turisti proviene dalle province di Napoli e Caserta, a seguire residenti del Frusinate e della provincia di Roma.

Le tipologie più richieste sono bilocali o piccoli trilocali il più possibile nelle vicinanze del mare e dotati di pertinenze esterne, per una spesa che oscilla rispettivamente tra 100-140 mila e 150-230 mila euro. Continua la crescita della domanda di coloro che desiderano avviare attività di B&B o affittacamere e che si indirizzano verso appartamenti vista mare, di ampia metratura e frazionabili.

Gli acquirenti della prima casa, invece, preferisce abitazioni più lontane dal centro con prezzi più accessibili. Per un buon usato si spendono mediamente 1900-2000 euro al mq. Per la casa vacanza più gettonate le località vicine al mare, come il lungomare di Serapo, dove si concentrano le spiagge attrezzate ed è stato oggetto di un restyling con la realizzazione di una pista ciclabile. Il fronte mare raggiunge 4000 euro al mq. Le tipologie di prestigio superano il milione di euro. Più contenute le quotazioni sul lungomare Caboto, vicino alla scogliera ed al porto, con prezzi di 3500 euro al mq. In via Pio IX, via Duomo, via Bausan i valori arrivano a 3500-4000 euro al mq. In questa zona si concentrano le richieste di coloro che provengono da fuori regione.

Sul mercato delle locazioni estive si registra un aumento di richieste per affitti settimanali. In generale per un bilocale di quattro posti letto si spendono 800 euro a giugno, 1500-1600 a luglio, 2500 ad agosto e 1000 a settembre.

Il mercato di Terracina è molto dinamico ed interessa acquirenti italiani e stranieri. Una buona percentuale proviene dal Nord Europa particolarmente attratta dalle bellezze naturali, dai servizi offerti e dai collegamenti con le isole Pontine. In genere si orientano sulle tipologie di prestigio che possono sfiorare anche il milione di euro.

La maggioranza degli acquirenti arriva dalla provincia di Frosinone, grazie agli ottimi collegamenti garantiti dalla superstrada Monti Lepini e, a seguire, persone provenienti da Roma. In riduzione le richieste da parte dei residenti a Napoli ed a Caserta.

La domanda è prevalentemente per bilocali e trilocali da utilizzare come casa vacanza. Non mancano gli investimenti in immobili da mettere a reddito: per un bilocale di 120 mila euro posizionato a 500 metri dal mare si registrano canoni di locazione di 1000 euro al mese a giugno, 1500 a luglio e 2000 ad agosto.
Le abitazioni preferite sono quelle posizionate sul lungomare Circe e nelle vie traverse dove si possono trovare soluzioni indipendenti da ristrutturare, che si scambiano a prezzi medi di 2200 euro al mq. Tra Terracina e San Felice Circeo sul fronte mare sono presenti soluzioni che possono raggiungere 4000 euro al mq.

Vivace anche il segmento del commercio: le strade principali sono via Roma e viale delle Vittorie. Sono in corso importanti lavori per la costruzione di un ascensore che collega il centro storico di Terracina (i valori immobiliari sono di 1500-2000 euro al mq) con la città bassa.

Lungo la fascia costiera tra Terracina e San Felice del Circeo le quotazioni raggiungono i 4500 euro al mq per il fronte mare e scendono a 3200-3300 euro al mq per le tipologie in seconda fila; valori di 1700 euro al mq per soluzioni lato monte.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.