Fiap sollecita il Governo: un piano nazionale che metta al centro l’immobiliare

Fiap sollecita il Governo un piano nazionale che metta al centro l’immobiliare
Ancora una volta Fiap sollecita il Governo per mettere in atto un piano nazionale che metta al centro il mercato immobiliare, occorrono misure concrete ed efficaci

L’allarme Fiaip è una conseguenza degli ultimi dati pubblicati da Istat che ha evidenziato un nuovo calo dei prezzi delle abitazioni in Italia, seppure lieve. E’ urgente, dunque, sostiene Fiaip che si adotti un piano nazionale che metta al centro il settore immobiliare. L’unico modo per stimolare la crescita del Paese puntando sul mattone.

Gian Battista Baccarini, presidente nazionale Fiaip, ha dichiarato: “I segnali sono chiari il Real Estate ha bisogno di misure concrete ed efficaci che abbiano riflessi positivi sull’intera economia, già con la Legge di Bilancio 2019. Oggi il mercato immobiliare ha bisogno di politiche economiche per il settore che consentano una reale riduzione del carico fiscale affinché il “nostro” mercato ritorni ad essere attrattivo per gli investitori sia italiani che stranieri consentendo una definizione certa e possibilmente veloce del rendimento economico netto dal proprio investimento proprio attraverso un riordino della fiscalità”.

Ed aggiunge: “E questo anche e soprattutto per invertire la dinamica di contenimento della crescita economica nazionale, che ha fatto recentemente rivedere da Standard & Poors la stima del Pil italiano al 1,3 per cento per quest’anno e al 1,2 per cento per il 2019. Per spingere la crescita economica è necessario scommettere sul mattone e rilanciare l’immobiliare: lo si faccia subito, senza aspettare un nuovo segnale di decelerazione dell’economia”.

E’ solo di poche ore fa, infatti, che i prezzi delle abitazioni in Italia continuano a diminuire, ed anche nel primo trimetre dell’anno in corso la tendenza al ribasso non si è fermata. Secondo le stime preliminari dell’Istat, l’indice dei prezzi delle abitazioni (Ipab) acquistate dalle famiglie diminuisce dello 0,1 per cento rispetto al trimestre precedente e cala dello 0,4 per cento rispetto al pari periodo dello scorso anno, quando era -1,2 per cento nel quarto trimestre.

Secondo l’Istituto di Statistiche, non è altro che una conferma della “fase di moderata flessione dei prezzi delle abitazioni iniziata nel 2017, che ha interrotto la lieve ripresa del 2016”.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.