Bonus internet e telefono 2018: come funzionano e chi ne ha diritto

Bonus internet e telefono 2018 come funzionano e chi ne ha diritto
Gli aggiornamenti sul bonus internet e telefono 2018 decisi dall’Agcom, chi può farne richiesta, quali sono i requisiti per poterne usufruire

In Italia, nonostante si parli di crisi ormai superata e di miglioramento del tenore di vita, ci sono ancora molte famiglie che versano in grave disagio economico. A volte è impossibile accedere ad una linea telefonica o connetersi ad internet anche se non possono essere considerati un lusso ma una necessità.

Per aiutare le famiglie disagiate, ecco arrivare un aggiornamento sulle agevolazioni volute dall’Agcom (Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni). Si tratta di contratti di telefonia con un bonus di 30 minuti di telefonate gratis ed un canone dimezzato.

Fino allo scorso anno, per richiedere il bonus sociale telefono era necessario che nel nucleo familiare, in condizioni di povertà, fosse presente una persona anziana con età superiore a 75 anni; percepire pensioni sociali o di invalidità o un capofamiglia disoccupato. L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha deciso di eliminare questi vincoli, prevedendo il solo requisito economico.

Il provvedimento è stato preso poiché è stato riconosciuto l’aggravarsi della povertà in Italia degli ultimi anni. Per questo, tutti i nuclei familiari che ricadono nella definizione di povertà relativa dell’Istat, avranno diritto al bonus. In buona sostanza, ne avranno diritto coloro che hanno un reddito annuale inferiore a 8.112,23 euro, come certificato dall’indicatore di situazione economica equivalente (Isee).

Le famiglie italiane potenzialmente rientranti in questa categoria, spiega l’Autorità, sono circa 2 milioni e 600 mila. L’augurio è che la rimozione dei vincoli e la semplificazione delle procedure di accesso incoraggerà le famiglie economicamente disagiate ad avvalersi di questo importante strumento di inclusione sociale.

L’agevolazione più importante è quella che prevede uno sconto del 50 per cento sul canone del servizio, che passa da 19 euro a 9,5 euro al mese. Inoltre, l’Agcom ha deciso di garantire 30 minuti gratuiti di telefonate verso tutte le numerazioni nazionali fisse e mobili.

Per quanto riguarda la connessione Internet, nel comunicato diffuso da Agcom si legge: “Consapevole dell’importanza dell’accesso ad Internet nell’ottica di un’effettiva inclusione sociale, l’Autorità ha voluto inoltre assicurare agli utenti che beneficiano delle agevolazioni la possibilità di trovare sul mercato offerte di servizi Internet disgiunte da ogni altro servizio. La presenza quasi esclusiva sul mercato di offerte voce e dati congiunte, difatti, impedirebbe ai beneficiari delle agevolazioni di acquistare il solo servizio addizionale di accesso ad Internet di cui necessitano, scoraggiando, in ultima analisi, l’accesso alle agevolazioni”.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.