Tasse pagate dagli italiani: dalle più strane alle più odiate

Tasse pagate dagli italiani dalle più strane alle più odiate
Tante le tasse pagate dagli italiani e l’Ufficio Studi della Cgia le ha tutte raccolte in un elenco che comprende quelle più odiate e quelle più curiose

Il nostro Paese è tartassato dalle tasse e gli italiani ne sono ben consapevoli. Un gettito estremamente concentrato in poche voci: le prime 10 imposte, infatti, valgono 421,1 miliardi di euro e garantiscono l’85,3 per cento del gettito tributario complessivo che, secondo l’ultimo dato disponibile (2015) si è attestato a 493,5 miliardi di euro.

Irpef ed Iva sono le imposte che maggiormente pesano nelle tasche degli italiani e rappresentano il 54,2 per cento del gettito totale. L’Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) garantisce alle casse dello Stato un gettito di 166,3 miliardi di euro (un terzo del totale vale a dire il 33,7 per cento), mentre l’Iva è pari a 101,2 miliardi di euro e rappresenta il 20,5 per cento.

Certo non sono risparmiate neanche le aziende che devono versare l’Ires (Imposta sul reddito delle società), che nel 2015 ha consentito all’erario di incassare 31,9 miliardi di euro, e l’Irap (Imposta regionale sulle attività produttive) che ha assicurato 28,1 miliardi di gettito.

Il quadro generale delle tasse pagate annualmente sia dai comuni cittadini che dalle imprese è a dir poco sconcertante. L’Ufficio Studi della Cgia di Mestre ha pensato di raccogliere in un elenco le circa 100 tasse pagate anche le più curiose.

1. l’Irpef è l’imposta più elevata;
2. l’Iva è quella che paghiamo tutti i giorni;
3. l’Ires è la più pagata dalle società;
4. l’Irap è la più odiata dalle imprese;
5. la più singolare è l’imposta applicata dalle Regioni sulle emissioni sonore degli aeromobili;
6. la più lunga nella dicitura è l’imposta sostitutiva imprenditori e lavoratori autonomi regime di vantaggio e regime forfetario agevolato;
7. la più corta è il bollo auto;
8. la Tasi è la nuova arrivata e contestata;
9.
le più odiate dalle famiglie italiane sono Imu e Tasi applicate sulle seconde e terze case oltre al Canone Rai;
10. le imposte più stravaganti sono quelle sugli spiriti (distillazione alcolici), quelle sui gas incondensabili e sulle riserve matematiche di assicurazione (tasse su accantonamenti obbligatori delle assicurazioni). La tassa annuale sulla numerazione e bollatura di libri e registri contabili e, infine, tutte le sovraimposte di confine applicate dalla dogana (sugli spiriti, sui fiammiferi, sui sacchetti di plastica non biodegradabili, sulla birra).

Add Comment