Mercato immobiliare di Roma Capitale: si vende molto e vanno bene gli affitti

Mercato immobiliare di Roma Capitale si vende molto e vanno bene gli affitti
Il mercato immobiliare di Roma Capitale è florido, lo scorso anno sono andati bene gli affitti e le vendite sono aumentate

Il Listino Ufficiale della Borsa Immobiliare di Roma Capitale, rivela che lo scorso anno il 37,3 per cento degli immobili sono stati ceduti in locazione, il 62,3 per cento è stato venduto e lo 0,4 per cento è stato ceduto in nuda proprietà. Rispetto all’anno precedente, dunque, non si registrano grosse variazioni.

Per l’’89,2 per cento degli immobili, tra venduti e affittati, si è trattato di appartamenti, ville o villini (era l’88,3 per cento nel 2016), mentre il restante 10,8 per cento riguardava il non residenziale, tra questi ultimi per il 6,2 per cento si è trattato di locali commerciali, artigianali o per il terziario (erano 6,6 per cento nel 2016); per il 4,1 per cento uffici (erano 3,6 per cento l’anno precedente) e per l’1,2 per cento box o posti auto (0,6 per cento nel 2016); per lo 0,8 per cento si è trattato di locali o aree a varie destinazioni.

Il 93,5 per cento delle vendite ha riguardato appartamenti, ville o villini (92,2 per cento nel 2016); il 3,1 per cento locali commerciali, artigianali o per il terziario (4,9 per cento nel 2016); l’1,6 per cento uffici (dall’1,3 per cento); l’1,2 per cento box e posti auto (dallo 0,7 per cento).

Per quanto riguarda le locazioni, il 78,2 per cento ha riguardato appartamenti, ville o villini (contro l’81,9 per cento del 2016); l’11,4 per cento locali commerciali, artigianali o per il terziario (erano 9,3 per cento); l’8,3 per cento uffici (dal 7,3 per cento), infine, l’1 per cento box/posti auto.

L’analisi complessiva della tipologia di immobile evidenzia che le vendite di appartamenti, ville o villini hanno doppiato di oltre 30 punti percentuali le locazioni, il mercato degli uffici mostra una differenza di oltre 50 punti percentuali a favore delle locazioni, mentre per i locali commerciali, artigianali o per il terziario la differenza è di quasi 40 punti percentuali, sempre in favore delle locazioni.

In generale, i tempi per le locazioni sono stati più rapidi rispetto a quelli delle vendite, in media lo scorso anno sono occorsi 152 giorni per affittare un immobile contro i 174 dell’anno precedente e 206 per le vendite, contro i 318 del 2016.

L’analisi geografica mostra notevoli differenze tra i vari quartieri di Roma, a seconda che si sia trattato di locazioni o vendite: nel Centro storico sono occorsi 310 giorni per vendere un immobile e 167 per affittare; 183 contro 132 nei quartieri Nord; 199 contro 137 nei quartieri Est; 187 contro 176 nei quartieri Sud; infine, 185 per vendere invece di 151 per locare nei quartieri Ovest.