Bonus mobili per acquisto parquet: cosa dice l’Agenzia delle Entrate

Bonus mobili per acquisto parquet: cosa dice l’Agenzia delle Entrate
Il bonus mobili per acquisto parquet è previsto fra le detrazioni fiscali? La risposta dell’Agenzia delle Entrate

Ancora chiarimenti per quanto riguarda il bonus mobili, prorogato per tutto l’anno in corso dalla Legge di bilancio 2018. La detrazione fiscale del 50 per cento è prevista per l’acquisto di arredi e grandi elettrodomestici nuovi destinati ad immobili per i quali sono stati effettuati degli interventi di ristrutturazione.

Come specificato più volte, non si ha diritto ad alcuno sconto fiscale se si tratta di interventi finalizzati all manutenzione ordinaria dell’abitazione (quali la tinteggiatura delle pareti, il rifacimento degli intonaci, la sostituzione degli infissi o pavimenti e via dicendo). Fra i tanti chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate, anche quello che riguarda l’acquisto dei mobili destinato ad un immobile ristrutturato ma, nello specifico, riguardava le spese di trasporto e montaggio degli stessi che sono dovuti al fornitore dal quale si effettua l’acquisto.

FiscoOggi, la rivista telematica aveva sciolto il dubbio posto dal contribuente confermando che nell’importo delle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, possono essere considerate anche le spese di trasporto e di montaggio, ricordando anche che i pagamenti devono essere effettuati esclusivamente a mezzo bonifico bancario o carta di debito o credito, escludendo nel contempo i pagamenti con assegni bancari, contanti o altro.

Sempre a FiscoOggi,un contribuente ha chiesto se fosse possibile usufruire del bonus mobili per l’acquisto del parquet. Ed ecco la risposta della rivista telematica: “ll bonus mobili (detrazione Irpef del 50 per cento) è relativo all’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni) nuovi, destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione (articolo 16, comma 2, Dl 63/2013) . Non rientrano nell’ambito dell’agevolazione gli acquisti di porte, di pavimentazioni (ad esempio, il parquet), di tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo (circolare n. 7/E del 4 aprile 2017).

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.