Mutui in calo nel quarto trimestre: la provincia di Milano supera Roma

Mutui in calo nel quarto trimestre la provincia di Milano supera Roma
Le erogazioni di mutui in calo nel quarto trimestre dello scorso anno evidenziate dall’analisi di Tecnocasa, la provincia di Milano supera Roma

Nel quarto trimestre dello scorso anno, alle famiglie italiane sono stati erogati 12.380 milioni di euro per l’acquisto di un’abitazione. Rispetto al pari periodo dell’anno precedente, la diminuzione registrata era pari a -11 per cento, per un controvalore di -1.525 milioni di euro.

I dati emergono dal report Banche e istituzioni finanziarie-IV trimestre 2017 pubblicato a fine marzo 2018 da Banca d’Italia. Secondo l’analisi dell’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa, non si arresta la riduzione dei volumi di mutuo erogati alle famiglie iniziata nel secondo trimestre (-3,4 per cento) e proseguita nel terzo (-6,4 per cento). Un calo “fisiologico” visto che la crescita avuta da inizio 2014 a fine 2016 è stata repentina, spesso in doppia cifra.

In poco meno di tre anni la dimensione annuale delle erogazioni finalizzate all’acquisto sono passate da poco più di 21 miliardi a quasi 51 miliardi. Una crescita dovuta principalmente all’aumento delle compravendite e, in parte, della surroga e sostituzione. Tuttavia, il fenomeno della sostituzione e surroga è ora in fase di rapida diminuzione e che quindi influenza in maniera importante questo secondo segno negativo. Nel quarto trimestre la quota delle nuove operazioni incide per l’87,5 per cento del totale mentre la restante parte, 12,5 per cento, è quella legata a sostituzione e surroga. Sul fronte delle operazioni finalizzate all’acquisto di un immobile, il calo trimestre su trimestre si riduce a -3,2 per cento. Lo scorso anno sono stati erogati 47.652 milioni di mutui, con una variazione di -4,0 per cento rispetto al 2016.

Il calo registrato nel quarto trimestre è più accentuato nel Nord Ovest e Centro Italia, lievemente più contenuto su Nord Est e Meridione e addirittura con segno positivo per quel che riguarda le isole.

Analizzando i dati cumulativi dello scorso anno, le macroaree del Nord Ovest e delle Isole sono quelle che meno soffrono il calo complessivo delle operazioni di finanziamento (-2,2 per cento). Leggermente più marcata la diminuzione nel Nord Est (-3,5 per cento). Più deciso invece in Italia Meridionale (-5 per cento) e nel Centro Italia (-6,6 per cento).