Costi di un Attestato di Prestazione Energetica: 155 euro la media nazionale

Costi di un Attestato di Prestazione Energetica 155 euro la media nazionale
Quali sono i costi di un Attestato di Prestazione Energetica, Trento, Aosta e Bologna le città più care, stabili a Torino e Trieste, in calo solo Venezia, Perugia e Ancona

Lo scorso anno sono aumentati i costi per l’Attestato di Prestazione Energetica. A dirlo è l’Osservatorio di ProntoPro che ha analizzato i preventivi inviati dai certificatori energetici. Il costo medio su tutto il territorio nazionale si attesta a 155 euro.

Analizzando i costi nei capoluoghi di Regione e simulando che si tratti di un bilocale di 79 metri quadrati, per un Attestato di Prestazione Energetica si spende di più, come lo scorso anno, a Trento (220 euro) e Aosta (190 euro), seguite da Bologna (180 euro) che supera Trieste (170 euro). Nel capoluogo friulano, rileva l’analisi, si verifica una stabilizzazione dei costi e non c’è alcuna variazione percentuale in termini di costi previsti per un Attestato di Prestazione Energetica.

L’attestato, che ha una validità decennale, deve essere sempre accompagnato dal libretto di impianto e dal rapporto di controllo di efficienza. Della redazione dell’Ape se ne occupano molti professionisti quali architetti, ingegneri, geometri e periti, ma anche laureati in scienze e tecnologie agrarie, forestali e ambientali, della chimica industriale, diplomati in meccanica o meccatronica, matematici, fisici o chimici (con corso di formazione). Basti pensare che solo su ProntoPro sono più di 15.000 i certificatori energetici iscritti.

La crescita dei costi non è uguale su tutto il territorio nazionale, ma varia molto a seconda della città. Campobasso e Potenza sono i capoluoghi di Regione in cui l’aumento percentuale è più elevato: si va dal 33 per cento di Campobasso al 30 per cento di Potenza, ed a proposito del capoluogo della Basilicata, nonostante la crescita dei costi, resta comunque una delle città in cui è più conveniente ottenere un attestato perché la media dei costi previsti è di 130 euro, piazzandosi sul secondo gradino del podio delle città italiane più economiche, preceduto da Napoli, dove si spende 125 euro per un Ape, il 4 per cento in più rispetto all’anno scorso.

In terza posizione si piazza Ancona, Perugia e Torino, con una spesa media di 135 euro. In controtendenza rispetto al resto d’Italia, solo Venezia, Perugia e Ancona registrano un un calo dei costi per l’Attestato di Prestazione Energetica dal 16 per cento (Perugia) al 7 per cento (Venezia).

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.