Finanziamenti per ristrutturare casa: sempre alta la richiesta

Finanziamenti per ristrutturare casa sempre alta la richiesta
I finanziamenti per ristrutturare casa sono sempre i più richiesti, le regioni del Nord prevalgono su Isole, Sud e Centro Italia

Dai dati riportati dall’Osservatorio PrestitiOnline.it aggiornato al 31 gennaio dell’anno da poco iniziato, emerge che gli italiani chiedono maggiormente prestiti per la ristrutturazione. Il 23,8 per cento del totale delle richieste di finanziamenti è prevalentemente utilizzato per effettuare lavori nella propria abitazione.

Il 20,8 per cento dei prestiti è finalizzato all’acquisto di un’auto usata ed il 16,7 per cento di coloro che chiedono un prestito è per necessità di reperire maggiore liquidità. Le percentuali non si discostano molto da quelle dello scorso anno.

A confermarlo sono le erogazioni degli istituti di credito che rivelano che il 33,4 per cento dei prestiti concessi saranno utilizzati per lavori di ristrutturazione, il 21,5 per cento per l’acquisto di un’auto usata ed il 9 per cento per reperire liquidità.

La rinnovata fiducia verso il credito al consumo è confermata anche dall’incremento degli importi medi erogati, a gennaio dell’anno in corso, infatti, si è arrivati a 12.175 euro, nel pari periodo dello scorso anno era di 11.495 euro. Non cambia di molto la durata dei finanziamenti rispetto all’anno precedente, in linea di massima il rimbirsi avviene tra i 48 ed i 60 mesi. Le somme medie erogate dagli istituti di crediton sono comprese tra i 2.500 e i 10mila euro.

Le regioni dell’Italia del Nord accedono maggiormente al prestito al consumo, seguono Sud e Isole e, infine, quelle dell’Italia centrale. Il richiedente tipo è un lavoratore con contratto a tempo indeterminato, ed ha un’età compresa nella fascia tra 36 e 55 anni. Percentuali più basse si registrano per altre fasce d’età, il 16,5 per cento del totale delle erogazioni riguarda i giovani tra 26 e 35 anni, il 16,2 per cento del totale gli over 56. Chi chiede un prestito in genere può contare su un reddito annuo lordo compreso tra 30mila e 50mila euro.