Quando i posti auto in condominio sono pochi: cosa è utile sapere

Quando i posti auto in condominio sono pochi cosa è utile sapere
Cosa si deve fare quando i posti auto in condominio sono pochi, la rotazione obbligatoria per l’utilizzo fra tutti i condomini

Un problema frequente quando si vive in un condominio che non ha posti auto a sufficienza per tutti i condomini. Poichè non è possibile affidarsi al caso, né consentire l’utilizzo solo a chi primo arriva o a chi usa poco l’auto e la lascia perennemente nel parcheggio, è necessario che l’assemblea condominiale organizzi un uso a rotazione, che può essere stabilito, ad esempio, con cadenza giornaliera, settimanale, mensile e via dicendo.

Come riporta La legge per tutti, non è così semplice come si potrebbe pensare, ci sono degli orientamenti della giurisprudenza che stabiliscono i diritti dei condomini in materia di posti auto.

Il Codice Civile stabilisce che ciascun condomino può utilizzare gli spazi comuni a condizione che non impedisca anche agli altri di fare altrettanto. E’ diritto di tutti i proprietari utilizzare in equal maniera lo spazio a disposizione e di lasciare la propria auto in cortile, se gli spazi sono insufficienti, l’assemblea di condominio è tenuta a regolamentarne l’uso se a chiederlo è anche un solo condomino.

È illegittimo rifiutare la turnazione dei posti auto se lo spiazzo condominiale non consente l’agevole parcheggio di un numero di autovetture di dimensioni comuni (medio grandi) pari al numero di condomini. La delibera che stabilisce i turni può essere presa a maggioranza semplice, ossia con il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti alla riunione di condominio a condizione che rappresentino almeno la metà dei millesimi. Solo il consenso di tutti i condomini può consentire il libero utilizzo dei parcheggi e lasciare che ad occuparli sia il primo che arriva.

L’uso degli spazi comuni da parte dei condomini non è subordinato alla quantità di millesimi di cui si è proprietari. Secondo quanto sancito dal Codice Civile, tutti i condomini hanno pari diritti sulle aree condominiali. Questo significa che, quando il cortile è insufficiente per tutti, è impossibile consentire, a chi ha l’appartamento più grande, di occupare due posti auto.

A meno che l’asssemblea non deliberi diversamente, gli spazi comuni sono utilizzabili da tutti i condomini. È legittima la decisione con cui l’assemblea, in considerazione dell’insufficienza dei posti auto in rapporto al numero dei condòmini, nel prevedere un uso rotatorio, impedisce ai condomini di utilizzare i posti assegnati ad altri quando questi sono momentaneamente assenti.

Inoltre, il regolamento di condominio può vietare il parcheggio nel cortile a tutti i proprietari e non solo ad alcuni. La clausola, però, deve essere approvata all’unanimità oppure accettata da tutti i condomini alla firma del rogito di acquisto dell’appartamento. Se il regolamento non dice nulla in proposito, ogni proprietario è libero di parcheggiare la propria auto nel cortile che, comunque, non deve comportare un mutamento di destinazione.

Infine, il regolamento condominiale può legittimamente vietare ai condomini di parcheggiare più di una sola auto all’interno del cortile. Si potrà parcheggiare la seconda auto in cortile solo se tutti possono parcheggiare la prima.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.