Abusivismo degli agenti immobiliari: sanzioni più severe dal 15 febbraio

Abusivismo degli agenti immobiliari sanzioni più severe dal 15 febbraio
Approvata la legge sull’abusivismo degli agenti immobiliari, dal 15 febbraio le sanzioni saranno più pesanti per chi esercita la professione senza essere abilitato

Il fenomeno dell’abusivismo degli agenti immobiliari che esercitano la professione senza averne alcun titolo, sembra volgere ormai al termine. Dopo anni di battaglie, l’inasprimento delle sanzioni è diventato legge ed ha ricevuto l’approvazione dalla maggioranza delle forze politiche parlamentari.

L’entrata in vigore della normativa è fissata per il prossimo 15 febbraio e sono previste pesanti penali per gli abusivi. Soddisfatto Gian Battista Baccarini, presidente nazionale Fiaip, che afferma: “Si tratta di un risultato importante, inseguito dalla nostra associazione da lungo tempo e arrivato dopo sette anni di battaglie parlamentari. La piaga dell’abusivismo professionale, infatti, è la causa principale delle truffe che avvengono nel campo immobiliare”.

Ed aggiunge: “… svolgere l’attività professionale senza essere regolarmente iscritti al Rea comporterà conseguenze sempre più gravi: gli abusivi avranno una sola possibilità e, dopo essere incorsi nella prima sanzione amministrativa, rischieranno subito, se persistono nella condotta illecita, di subire gli aggravi penali previsti dalla modifica del Codice”.

Da sempre in campo per sconfiggere l’abusivismo tra gli operatori del real estate, la Fiaip denuncia che la pratica illegale è la causa principale delle truffe che avvengono nel campo immobiliare, tanto che il totale delle provvigioni incassate irregolarmente è, ogni anno, pari a 750 milioni di euro.

La nuova legge rende più pesanti le sanzioni per coloro che esercitano abusivamente la professione, si rischia la reclusione da sei mesi a tre anni ed una multa da 10mila a 50mila euro. Un inasprimento economico che dovrebbe funzionare da deterrente. Inoltre, è previsto il sequestro degli immobili nei quali è stata svolta l’attività abusiva.

Prima della modifica la legge prevedeva che l’abusivo dovesse subire tre sanzioni amministrative, prima di arrivare alla denuncia penale. Dal 15 febbraio 2018 gli aggravi previsti dalla modifica dell’art. 348 del Codice Penale dopo essere incorsi in una sola sanzione amministrativa. La nuova norma è prevista dall’articolo 12 della legge 11 gennaio 2018 n.3.