Esenzione Imu terreni agricoli montani: legittima l’esenzione transitoria

Esenzione Imu terreni agricoli montani legittima l’esenzione transitoria
La sentenza sull’esenzione Imu terreni agricoli montani e parzialmente montani sancisce che è legittima ma devono essere garantite le entrate dei comuni montani

La Corte Costituzionale si è espressa in merito all’esenzione transitoria dell’Imu su terreni agricoli montani e parzialmente montani con la sentenza n. 17/2018 depositata il 2 febbraio, ed ha sancito che non è incostituzionale se gli stessi sono collocati nel territorio dei Comuni classificati dall’Istat totalmente o parzialmente montani (Fonte: Casa&Clima).

La Regione autonoma Sardegna aveva messo in dubbio la legittimità costituzionale ma la Suprema Corte ha ritenuto infondata la questione di leggittimità proposta dalla Regione che lamentava la lesione delle proprie competenze, nonché dal Tar del Lazio, per il mancato rispetto del principio di riserva di legge in materia tributaria. La ricorrente sosteneva che ci fosse una violazione delle competenze che aveva portato a un impatto importante sulle entrate regionali.

La disciplina statale è stata invece considerata legittima per via del suo carattere transitorio e per la presenza di un meccanismo compensativo previsto in favore degli enti locali nel caso in cui il nuovo sistema tributario abbia un impatto fortemente negativo nei confronti delle risorse a disposizione di queste realtà montane.

La Corte ha precisato che “l’eventuale riduzione non può essere tale da rendere impossibile o da pregiudicare gravemente lo svolgimento delle funzioni degli enti in questione (sentenze n. 10 del 2016, n. 188 del 2015 e n. 241 del 2012). Tale rischio di insostenibilità si accentua notevolmente con riguardo alle piccole comunità montane ove la marginalità del turismo non riesce a compensare la penuria strutturale delle risorse finanziarie”.

La Consulta ha ricordato che la tutela di tali situazioni è garantita dall’articolo 44, secondo comma, della Costituzione sulla salvaguardia e valorizzazione dei territori montani e nelle norme di settore nazionali ed europee. La tutela riguarda sia inerisce, da un lato, alle caratteristiche fisiche dell’ambiente montano e ai fattori antropici che ad esso si associano, quali le limitate dimensioni delle comunità locali, la dispersione territoriale e l’isolamento; dall’altro, all’esigenza fondamentale del mantenimento della vitalità socioeconomica e ambientale di queste zone.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.