Comprare casa e spendere poco: le città in cui è ancora possibile

Comprare casa e spendere poco le città in cui è ancora possibile
In alcune città italiane è ancora possibile comprare casa e spendere poco, con investimenti anche inferiori a 100 mila euro

Per comprare casa, non sempre si hanno a disposizione dei grossi capitali. Qualche tempo fa si era parlato di un budget di 200 mila euro con il quale raggiungere il sogno di diventare proprietari di un immobile. Con un tale budget, avevamo visto, nelle grandi città italiane si compra ben poco.

Questa volta, a disposizione c’è una cifra inferiore, circa 100 mila euro. Ma è ancora possibile trovare in Italia una casa che costi così poco? Ebbene, si può fare! A dirlo è Il Sole 24 Ore che ha recentemente pubblicato le varie opportunità immobiliari presenti su tutto il territorio nazionale. Le occasioni ben si adattano sia a chi intende effettuare un investimento in una seconda casa da mettere a reddito o come casa vacanza, sia a chi vuole acquistare una prima casa di proprietà, che si tratti di giovani coppie, single o pensionati che voglio investire i propri risparmi per sé stessi o per i figli, quest’ultima diventata ormai una diffusa abitudine nel nostro Paese.

In linea di massima sono bandi comunali che offrono a molte famiglie italiane buone possibilità residenziali per circa 40 unità immobiliari. Tra i bandi comunali più interessanti, quelli proposti a Benevento che prevedono l’assegnazione di 26 immobili in centro, che si possono comprare a partire da 69 mila a 94 mila euro. Si tratta di immobili composti da sei a otto vani, tutti dotati sia di cantina che di posto auto.

Inoltre, ci sono quattro lotti ubicati a Bologna, che prevedono la trattiva diretta e senza limite di tempo. Fra le strutture in vendita, ad esempio, l’ex Ospedale degli Innocenti. Ma disposizione anche immobili che richiedono un investimento molto importante che supera i 10 milioni di euro, case cantoniere situate nella periferia nord ovest della città, per le quali occorrono meno di 80 mila euro l’una.