Spese di manutenzione dei balconi di condominio: chi deve pagarle

Spese di manutenzione dei balconi di condominio chi deve pagarle
Chi deve pagare le spese di manutenzione dei balconi di condominio, la sentenza della Corte di Cassazione

Uno dei problemi che può verificarsi in un condominio, è lo stato di conservazione dei balconi e la loro manutenzione, può verificarsi una perdita d’acqua proveniente dal piano superiore che provoca danni anche agli eventuali arredi e piante.

Facciamo il caso che una perizia tecnica stabilisca che il problema delle infiltrazioni è dovuto al parapetto del balcone del piano superiore che ha bisogno di una riparazione. Chi deve pagare le spese di manutenzione? I balconi sono da considerarsi parti comuni del condominio? Chi ripara il balcone se cade acqua?

La risposta arriva da una sentenza della Corte di Cassazione che ha stabilito quali spese per il balcone sono a carico del proprietario dell’immobile e quali invece sono da dividere con tutto il condominio.

In generale, i balconi di un edificio condominiale non si possono considerare parti comuni dell’edificio non essendo indispensabili per l’esistenza del fabbricato, ma ad esclusivo uso privato. Le spese di manutenzione dei balconi vanno ripartite in parti uguali fra i proprietari dei due piani, indica la Cassazione, nello specifico, al proprietario del piano superiore spettano le spese di copertura del pavimento, mentre il proprietario del piano inferiore pagherà l’intonaco, la tinta e la decorazione del soffitto.

Il discorso cambia se si tratta di balconi che svolgono una funzione estetica per l’edificio intero, in questo caso si tratta di parti comuni che rientrano nella proprietà di tutti i condomini, dunque, delle spese di manutenzione ne dovranno rispondere tutti i proprietari a seconda dei rispettivi millesimi.

Rientrano nel discorso anche i parapetti dei balconi che possono avere la funzione di abbellire lo stabile, e le solette. Trattandosi di proprietà del condominio, ne consegue che le spese di manutenzione in caso di infiltrazioni sono da ripartire in base alla quota millesimale posseduta.

Importante ricordare che se le parti danneggiate non hanno alcuna funzione decorativa, la manutenzione sara esclusivamente a carico del proprietario dell’appartamento. Naturalmente, si tratta di una valutazione generica, dunque, ogni situazione dovrà essere singolarmente accertata. Comunque sia, il balcone contribuisce all’estetica di tutto il palazzo e, quindi, le spese di manutenzione sono a carico di tutti ma, se il condominio dimostra l’assenza di utilità per lo stabile, le spese sono a carico del solo proprietario.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.