Mercato residenziale nelle grandi città italiane: cresce Palermo

Mercato residenziale nelle grandi città italiane cresce Palermo
Il mercato residenziale nelle grandi città italiane mostra cenni di cedimento nel terzo trimestre dell’anno in corso, crescono Palermo e Napoli

Le otto città italiane più grandi hanno mostrato segnali di cedimento nel terzo trimestre dell’anno che sta ormai terminando, nel complesso sono state 21.472 le abitazioni compravendute registrando un incremento del 2,1 per cento, una percentuale inferiore ai trimestri precedenti, quando erano del +4,4 e +10,8 per cento rispettivamente nel secondo e primo trimestre dell’anno.

Tra le otto grandi città, Palermo registra le migliori performance con una crescita pari all’11,5 per cento migliorando così il +8,3 per cento dello scorso trimestre. Continua il percorso in terreno positivo anche a Napoli con un aumento del 7,2 per cento. Corsa al rialzo per Milano che sale del 6,7 per cento.

Le compravendite di Roma, invece, restano stabili rispetto al pari periodo dello scorso anno, con poco più di 6.900 transazioni. Non si può dire altrettando per il mercato residenziale di Bologna dove si segnala una flessione del 4,3 per cento. Dopo nove trimestri consecutivi di rialzi, tornano a scendere le compravendite di Genova che realizza una riduzione del 7,4 per cento.

Rispetto al terzo trimestre dello scorso anno, si registra un modesto aumento per quanto riguarda le superfici delle abitazioni acquistate, che sfiorano i 2 milioni di metri quadri, pari ad un segnale positivo dello 0,8 per cento. Torino e Roma transitano in area negativa anche se contenuta (-1 per cento). La superficie media delle abitazioni compravendute si conferma più bassa a Milano e Torino, inferiore a 90 metri quadri, mentre il valore massimo, si registra a Palermo con circa 108 metri quadri.

Nel terzo trimestre dell’anno in corso, circa i due terzi delle compravendite ha riguardato abitazioni con superficie compresa tra 50 e 115 metri quadri. A Milano le abitazioni fino a 50 metri quadri hanno superato il 18 per cento del totale; a Palermo, oltre il 40 per cento delle abitazioni compravendute era superiore a 115 metri quadri.