Leasing immobiliare prima casa: un valido strumento per acquistare

Leasing immobiliare prima casa un valido strumento per acquistare
L’alternativa al mutuo è il leasing immobiliare prima casa, si diventa proprietari di un immobile potendo usufruire di agevolazioni fiscali

Il sogno di diventare proprietari di casa spesso è ostacolato dalla difficolta di accedere al mercato dei mutui per varie motivazioni, dai prezzi delle case elevati all’instabilità lavorativa. Ma non tutto è perduto grazie all’alternativa del leasing immobiliare.

Di leasing se ne sente parlare molto ma per quanto riguarda le automobili. Più o meno il funzionamento del leasing immobiliare è simile. Si tratta, in buona sostanza, di una locazione finanziaria, esattamente come per le quattro ruote, ma applicabile agli immobili come previsto dalla Legge di Stabilità 2016 che permette di acquistare facilmente la prima casa.

Come sappiamo, il principio del leasing in generale, consiste nel poter usufruire di un bene per un certo periodo di tempo versando un canone mensile stabilito nel contratto, con la possibilità di riscattarlo per diventare proprietari, pagando quella che è conosciuta come maxi rata finale, oppure, come succede per le automobili, si restituisce il bene.

Nel caso di leasing immobiliare, si versa un canone mensile alla banca o alla finanziaria che ha concesso il leasing, pagando la maxi rata finale si diventa proprietari, ma si può decidere di non riscattare e restituire l’immobile. In buona sostanza, è come aver pagato un affitto per qualche anno. Comunque sia, si può decidere di prolungare il leasing sia mantenendo le stesse condizioni che stabilendone altre, prorogando di qualche tempo la decisione di diventare proprietari dell’immobile o meno.

Perchè fare un leasing immobiliare? Come per qualsiasi operazione, ci sono sia vantaggi che svantaggi. Fra i vantaggi, quello che pagando i canoni mensili per qualche anno e scegliendo poi di riscattarla, si può contare su una soluzione più economica rispetto all’acquisto della casa al prezzo di mercato iniziale. Inoltre,fino al 2020 si potrà usufruire delle agevolazioni fiscali, particolarmente interessanti per gli under 35 che hanno un reddito annuo che non supera i 55mila euro.

In questo caso, è prevista una detrazione del 19 per cento sul canone, inclusi i costi accessori, per un’ammontare massimo di 8mila euro l’anno, e una detrazione del 19 per cento anche sulla somma del riscatto, fino a 20mila euro. Lo svantaggio è che il canone mensile da versare è sicuramente più alto rispetto a quella che potrebbe essere una rata media di un mutuo, poiché va considerato che la durata del leasing è sempre più breve.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.